Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
22 luglio 2011 5 22 /07 /luglio /2011 09:39

6010916408_670fc53265.jpgOggi qualsiasi banca spalanca le porte ad un cliente nuovo, specie se si passa da una banca concorrente. Fanno a gara ad offrire i servizi migliori, senza spese e tutto gratuito. Ma non è cosi, bisogna leggere attentamente il loro prospetto e si scopriranno tante cose non dette, oppure promesse non mantenute dopo. Questa è una piccola guida per chi è interessato ad aprire un conto corrente.

Come e con quale banca aprirlo

Il primo grande dilemma da scoprire è proprio questo. A quale istituto i credito dare fiducia? Teoricamente le banche sono tutte affidabili e per un nuovo cliente ognuna di esse stenderebbe il classico "tappeto rosso" per acquisirlo, ma poi col tempo, nascono le prime dolenti note.

Prima di sottoscrivere qualsiasi contratto anche online, è opportuno farsi consigliare da chi ha una esperienza diretta, specie per i giovani alle prime armi che la tradizione vuole siano privilegiati, e che vogliono far arrivare il proprio stipendio direttamente in banca. Sul web esiste il sito Espertibancari.it ai quali chiedere consiglio.

Bisogna tener presente che le banche vivono con i soldi dei correntisti, perché li investono in strumenti finanziari traendone benefici che il titolare neanche è a conoscenza. Quindi è consigliabile per chi apre un conto corrente non depositarvi somme consistenti, ma lasciarvi giusto il necessario per le varie spese e investire il rimanente.

Zero spese per la banca significa far pagare al cliente, per i primi mesi, giusta la tariffa prevista per la tenuta del conto corrente che sono circa 4 euro al mese, moltiplicata per 12 ecco cosa costa un c/c bancario all'anno. Poi ogni operazione che si effettua ha una tariffa, a meno che non si opta per il servizio online che ha solo un costo fisso, ma bisogna fare tutto da soli.

Una valida alternativa può essere quella di aprirlo presso Poste Italiane che non chiedono nulla, neanche la provenienza, ma dicono con esattezza cosa costa annualmente la gestione, la tassa governativa ecc. Anche con le Poste si può aprire un conto online chiamato Bancopostaclick, che costa solo un euro al mese e basta. Le poste concedono il carnet assegni e bancomat gratuito. Il loro bancomat funziona anche presso le banche per i prelievi.

altre alternative

Ulteriori alternative provengono sia dalle banche online, come la Ingdirect, Iwbank, ecc. Oppure dalle banche finanziarie come Findomestic, Eupilio, Fiditalia, ecc. Esse danno anche un rendimento migliore, ma sono praticamente assenti, perché non hanno sportelli né filiali quindi avendo costi inferiori possono praticare un rendimento più alto ai loro correntisti.

Firenze - Banca Toscana, Agenzia 1, Piazza Della Signoria,22r | SourcPoste Italiane - sign. Seen in Rome. | Source | Date 2009-07-21 | Au

Condividi post

Repost 0
Published by giuseppe esposito lalchimista - in Banca e Finanziamenti
scrivi un commento

commenti

Présentation

  • : Blog di lalchimista
  • Blog di lalchimista
  • : Sono poeta,scrittore e saggista,esperto in tappetologia,quindi questo spazio sarà dedicato a queste mie passioni,chi ama la paesia o i tappeti orientali troverà tanti consigli utili e la consulenza gratuita per i vostri tappeti perchè sono convinto che chi è in possesso di conoscenze tecnico-scientifiche le deve mettere a disposizione di tutti,altrimenti è come se non fossi mai vissuto una volta morto. Sono reperibile su flyngcarpet@hotmail.it
  • Contatti

Recherche

Liens