Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
1 febbraio 2013 5 01 /02 /febbraio /2013 11:01

 

279339313_9b0b7cb5fe.jpghttp://www.pianetamotori.it/come-cambiare-il-liquido-refrigerante-della-alfa-156-164686.html

Repost 0
Published by lalchimista - in Accessori e Ricambi
scrivi un commento
26 gennaio 2013 6 26 /01 /gennaio /2013 12:12

Ultimate Adrenalin Experience

4613492444_d962d68deb.jpg 

 

Non fa diventare ciechi, non provoca i brufoli, non fa ingrassare e non compromette la capacità riproduttiva: la masturbazione insomma, non fa male. E secondo un recente studio condotto da un'equipe di scienziati dell'Univeristà di San Paolo (Brasile), potrebbe addirittura avere effetti positivi nel trattamento della sindrome delle gambe senza riposo, un fastidioso disturbo neurologico che costringe chi ne è affetto a muovere continuamente gli arti inferiori. 
Chiamata anche sindrome di Ekbom, si accompagna a dolori e formicolii che vengono alleviati solo dal movimento incessante delle gambe. 
Colpisce prevalentemente le donne tra i 30 e i 50 anni e impedisce un sereno riposo notturno. 

Un ormone per amico 
Il medico Luis Marin e i suoi colleghi, in un recente articolo pubblicato sulla rivista scientifica Sleep Science, affermano che il rilascio di dopamina che segue l'orgasmo può avere un ruolo positivo nell'alleviare i sintomi della malattia. 
Cosa scateni la sindrome non è ancora chiaro, ma secondo gli scienziati potrebbe essere un'anomalia nel ciclo della dopamina, il messaggero ormonale che, tra le altre cose, è responsabile dell'attivazione delle aree cerebrali del piacere. E infatti proprio l'assunzione di dopamina si è dimostrata efficace nel contenere i sintomi del disturbo.

Cura... omeopatica
L'aumento di dopamina nel sangue successivo all'atto sessuale, solitario o meno, ha insomma effetti simili (e più piacevoli) a quelli dell'assunzione di dopamina in pillole e garantisce una notte serena a chi soffre di questa singolare condizione. 
Secondo lo studio della Marin, questa particolare cura "naturale" si è dimostrata efficace sul 7-10% dei pazienti osservati. 
E in effetti l'orgasmo è uno dei più potenti attivatori naturali di dopamina: le scansioni del cervello effettuate su volontari maschi durante l'eiaculazione, hanno mostrato l'attivazione degli stessi centri del piacere eccitati dall'eroina e da altre sostanze stupefacenti.

Repost 0
Published by lalchimista - in Accessori e Ricambi
scrivi un commento
26 gennaio 2013 6 26 /01 /gennaio /2013 11:27

 

      Un naso nuovo? Oggi si può. E non solo per bellezza. (© REUTERS/Keith Bedford)

 

L'idea di un naso che cresce sottopelle in una zona del corpo diversa da quella prevista dalla natura sembra uscita da un film horror di serie B, eppure è quello che sta accadendo a un signore inglese di mezza età. L'uomo, che ha completamente perso la cartilagine nasale a causa di un cancro alla pelle, attualmente sta facendo crescere sull'avambraccio un nuovo naso, costruito in laboratorio a partire da cellule staminali estratte dal suo midollo. 

Identico, anche nei difetti. La fantascientifica procedura è stata messa a punto da Alex Seifalian e dalla sua equipe dello University College di Londra e tra qualche mese sapremo se avrà avuto successo.
I ricercatori hanno scansionato numerose fotografie del volto del paziente realizzate diversi anni fa e con l'aiuto di un software per la modellazione 3D hanno riprodotto un precisissimo calco in vetro del suo naso. Stando a quanto dichiarato dalla stampa britannica, l'uomo ha rivoluto il suo naso esattamente com'era, con tanto di leggera deviazione del setto. 
La forma in vetro è stata ricoperta da un tessuto sintetico a nido d'ape sul quale sono state appoggiate le cellule staminali estratte dal midollo del paziente e moltiplicate in laboratorio. Le cellule sono state poi irrorate con una sostanza nutriente che ha favorito la loro trasformazione in cartilagine. 
Per accelerare il processo la struttura è stata inserita in un bioreattore, uno speciale recipiente in grado di fornire alle cellule un ambiente idoneo alla loro crescita. 

Chirurgia plastica estrema
Contemporaneamente, al paziente è stato innestato sotto la pelle dell'avambraccio un palloncino di gomma, che è stato progressivamente gonfiato fino a fargli assumere le dimensioni del nuovo naso. Un paio di mesi fa il palloncino è stato sostituito con il naso artificiale: il nuovo organo ora si sta ricoprendo di pelle, sta sviluppando le terminazioni nervose e si sta connettendo alla circolazione sanguigna dell'uomo. 
Rimarrà lì ancora per 90 giorni, al termine dei quali verrà espiantato e innestato nella sua posizione normale. “L'uomo non avrà alcuna cicatrice, né sul braccio né sul viso” spiegano i medici, “e dopo qualche tempo potrà riprendere a respirare normalmente e anche a sentire gli odori”.

Facce nuove
Se la tecnica di Seifalian avrà successo – fino ad oggi non è mai stata sperimentata sull'uomo – potrà essere applicata alle vittime degli incidenti stradali, ai soldati e a tutti coloro che hanno riportato gravi danni al viso. E i medici non escludono, in futuro, di poter ricostruire con la stessa tecnica un int

Repost 0
Published by lalchimista - in Accessori e Ricambi
scrivi un commento
19 gennaio 2013 6 19 /01 /gennaio /2013 11:31

La miracolosa pillola blu, nata anni fa come farmaco per prevenire l’infarto e poi rivelatasi alleato efficientissimo nella vita sessuale degli uomini in quanto capace di favorire l’erezione, ha rappresentato una svolta epocale nel campo medico.

Basato sul principio attivo del citrato di sildenafil, il Viagra ha un brevetto che scadrà il prossimo 22 giugno 2013: ciò significa che subito dopo quella data ogni casa farmaceutica potrà produrre il suo Viagra semplicemente basandosi sullo stesso pincipio attivo e generando così un decremento notevole del costo della pillola stessa a causa della grande concorrenza tra le case farmaceutiche. Si stima che il costo potrebbe ridursi di circa il 40%, come già successo con altri farmaci che hanno avuto la stessa storia. Il viagra, o meglio il citrato di sildenafil, si basa sull’inibizione del PDE5, enzima presente nella muscolatura liscia.

Inizialmente fu studiato per prevenire l’infarto al miocardio ma, nel corso delle sperimentazioni, si vide come invece di ottenere l’effetto desiderato esso generava un altro effetto collaterale alquanto sorprendente e di certo gradito: migliorava la vita sessuale degli uomini risolvendo molti problemi di disfunzione erettile.

Da fonti statistiche le città dove si registrano i maggiori consumi della speciale pillola blu sono Roma, Rimini e Pistoia mentre in Italia meridionnale si osservano dei consumi dello stesso sotto la media.

Repost 0
Published by lalchimista - in Accessori e Ricambi
scrivi un commento
19 gennaio 2013 6 19 /01 /gennaio /2013 11:13

Un religioso di primo piano saudita ha lanciato una fatwa(ordinanza religiosa islamica) che promuove lo stupro di gruppo delle donne siriane. Esprimendo frustrazione per il fatto che i “guerrieri dell’Islam” che combattono in Siria possano essere troppo stanchi a causa della mancanza di piacere sessuale, il leader religioso ha decretato la possibilità di contrarre “matrimoni a fini sessuali” della durata di poche ore.

 

Muhammed al-Arifi, che è una figura di spicco dello jihadismo religioso, ha detto chiaramente che il suo decreto promuove lo stupro di gruppo di donne e ragazze siriane. Egli ha specificato che i “matrimoni a fini sessuali” durano solo poche ore “in modo da garantire ad ogni miliziano il proprio turno”

 

. In merito alle caratteristiche della candidata per questo tipo di ‘sposalizio’, il religioso approva qualsiasi ragazza o donna dai 14 anni in su, purché nubile o divorziata. Sì, avete letto bene. Qualsiasi ragazza sopra i 14 anni.

Muhammed al-Arifi è stato duramente criticato in passato per aver giustificato la violenza contro le donne. Poche settimane fa, gli è stato negato l’ingresso in Svizzera, dove avrebbe dovuto partecipare al Concilio Centrale Islamico Svizzero.

 

È da almeno un anno che l’Arabia Saudita influenza e finanzia la rivoluzione siriana, ma questafatwa per la prima volta propone esplicitamente lo stupro come strumento di guerra all’interno della strategia militare dell’opposizione [al governo di Assad, ndr]. Fino al 2 Aprile del 2012, Arabia Saudita e Qatar hanno regolarmente stipendiato le forze siriane che combattono contro il presidente Bashar al-Assad ed il suo esercito. L’Arabia Saudita ha anche venduto armi, inclusi missili anti-aerei portatili, all’Esercito Libero Siriano.

 

La fatwa che promuove lo stupro di gruppo di ragazze e donne siriane giunge proprio mentre si intensificano la rabbia e le proteste di strada contro analoghe violenze sessuali a danno delle donne indiane. Di recente in India una donna è morta, dopo esser stata picchiata e stuprata da un gruppo di persone su un autobus. Un’altra vittima di violenza sessuale di gruppo – questa volta adolescente – che aveva addirittura ricevuto pressioni da parte della polizia indiana affinché sposasse uno dei suoi aggressori, si è suicidata in questi giorni.

Repost 0
Published by lalchimista - in Accessori e Ricambi
scrivi un commento
15 gennaio 2013 2 15 /01 /gennaio /2013 12:23
Spermatozoi
Spermatozoi

Secondo una recente ricerca condotta negli Stati Uniti gli uomini più in forma e intelligenti produrrebbero spermatozoi più sani e vitali e avrebbero quindi maggiori possibilità di riprodursi. 

Signori uomini, quando vi accuseranno per l’ennesima volta di non essere guidati dal cervello ma da istinti ben più bassi... non prendetevela: potrebbe essere un complimento. Secondo un recente studio condotto negli Stati Uniti, la qualità degli spermatozoi prodotti da un uomo potrebbe infatti essere un buon indicatore della sue capacità intellettuali. Secondo i ricercatori, ciò può essere interpretato in chiave evolutiva:

l’intelligenza di un uomo segnala alle donne il suo stato generale di salute e quindi le sue capacità riproduttive. Geoffrey Miller e i suoi colleghi dell’Università del New Mexico hanno analizzato i campioni di sperma di diverse centinaia di uomini e grazie a opportuni test hanno misurato il loro stato di salute fisico e la loro intelligenza. Quelli che avevano prodotto gli spermatozoi più vitali e resistenti sono risultati essere i più in forma e i più brillanti. Ciò non significa che qualità degli spermatozoi e livello del quoziente intellettivo siano controllati dagli stessi geni, ma che queste due caratteristiche, legate tra loro, possono influenzare una donna nella scelta del compagno. 

 Perché gli uomini più intelligenti abbiano spermatozoi più sani e robusti non è chiaro: probabilmente c’è un legame tra intelligenza e stato di salute generale dell’individuo. Anche negli animali le femmine scelgono compagni con caratteristiche fisiche ben evidenti: le leonesse prediligono maschi con una grande criniera, negli uccelli chi canta meglio ha più probabilità di riprodursi e così via. In due milioni di anni di evoluzione le donne potrebbero aver imparato a “misurare” l’intelligenza dei propri partner. Ciò avviene da sempre tra gli animali.

Repost 0
Published by lalchimista - in Accessori e Ricambi
scrivi un commento
19 dicembre 2012 3 19 /12 /dicembre /2012 18:13

 

perito-chimico

http://www.esseresani.it/come-regolare-il-nostro-orologio-biologico-160510.html - inserire nel browser

Repost 0
Published by lalchimista - in Accessori e Ricambi
scrivi un commento
19 dicembre 2012 3 19 /12 /dicembre /2012 11:49

 

336060440_902cd16a18.jpg

 

http://www.odiami.it/come-sorprendere-un-donna-158905.html -  (inserirlo nel browser)

Repost 0
Published by lalchimista - in Accessori e Ricambi
scrivi un commento
12 dicembre 2012 3 12 /12 /dicembre /2012 11:14

 

2762821757_d19f0131b0.jpg

 

Lo zucchero è pieno di vita! Così recitava lo slogan di una pubblicità televisiva di qualche tempo fa, mandata in onda a sostegno delle vendite di un prodotto, ad onor del vero, già acquistato diffusamente in grande quantità in Italia come anche nel resto del mondo, perlomeno da quella parte di popolazione che si dichiara “benestante”. Probabilmente la necessità di finanziare una campagna pubblicitaria sullo zucchero si dimostrò necessaria a fronte della escalation di prodotti contenenti dolcificanti alternativi, a zero calorie, o dal diffondersi della cultura salutistica dello zucchero di canna grezzo.

 

In realtà l’italiano medio, pur non rinunciando mai durante la giornata al piacere di un bel caffè con uno o magari due bustine di zucchero, è ancora ben lontano dalle quantità ingerite più o meno cosciamente dalla popolazione di altri paesi, anche se il divario tende via via a ridursi. Abbiamo sempre la tendenza ad importare le abitudini alimentari peggiori, sostituendo la tradizionale cucina nostrana mediterranea, invidiata e imitata altrove, con una pseudo alimentazione moderna, agghiacciante, fasulla e nociva.

 

Ma rimanendo in tema e parlando solo di zucchero: quanti medici o ricercatori si sono presi il disturbo di documentarsi sui reali effetti che questa sostanza provoca nell’organismo umano?  E’ veramente “pieno di vita”? E’ un alimento sano e/o nutriente? E’ vero come diceva il medico a mia madre quando ero piccolo che “fa male solo al portafogli dei genitori che lo comprano?”  Beh, personalmente mi permetto di dissentire vivamente, e mi spiego.

 

Tecnicamente, lo zucchero, il comune saccarosio per intenderci, è un carboidrato raffinato 8 volte in più rispetto alla  farina bianca, e a parte il glucosio, (che comunque viene spesso aggiunto nei prodotti dolciari industriali unitamente allo zucchero) e l’elemento che più velocemente entra in circolo nel sangue dopo la sua assunzione, e come vedremo gli effetti sono tuttaltro che positivi.


Come tutti sanno, è un alimento che contiene calorie, molte in percentuale al peso, rispetto ad altri alimenti, ma non è un nutriente, difatti  quelle dello zucchero vengono anche definite calorie ‘vuote’. Per fare un esempio, se paragoniamo il numero di calorie di una certa quantità di zucchero con le stesse calorie assunte con la carne, quest’ultima contiene anche proteine sali minerali e altro, a differenza dello zucchero che altro non apporta al nostro organismo se non quel mero numero di calorie, vuote appunto.

 

La zucchero quindi, se non utilizzato (bruciato) dal nostro organismo in pochissimo tempo dalla sua assunzione, si trasforma inesorabilmente  in rifiuto grasso e acido che l’organismo deposita principalmente nelle zone di accumulo che ben conosciamo, stomaco, maniglie dell’amore per gli uomini, cosce e glutei per le donne. E già, ma il danno in realtà non sta  unicamente nella perdita del peso forma e della tonicità a cui spesso vengono ricondotti gli aspetti negativi dello zucchero, questa è solo la parte finale, estetica e più innocua.

 

Il vero danno avviene durante il tentativo di assimilazione del nostro corpo di questa sostanza, processo per il quale è necessaria la presenza di altri composti, che non essendo stati introdotti insieme allo zucchero, vengono prelevate direttamente all’interno del nostro organismo, provocando un massiccio depauperamento di preziose sostanze nutritive, vitamine e sali minerali, come ad esempio il calcio.

 

Ricordo che lo zucchero viene estratto in maggior parte dalle barbabietole in rapporto 1 a 10 circa, e all’interno delle stesse oltre allo zucchero sono contenute una serie di altre sostanze che aiuterebbero l’organismo umano alla assimilazione dello zucchero, se avessimo il buon senso di ingerirle intere, senza procedere alla raffinazione per estrazione. Chi mai si sognerebbe di mangiare un chilogrammo di barbabietole? 100 grammi di zucchero invece non è improbabile che vengano ingeriti da un normale consumatore di zucchero durante uno o al massimo due giorni, due o tre cucchiaini nel caffè, magari più volte al giorno, una bella bibita gassata a pranzo, un dolcetto al pomeriggio e la dose giornaliera è servita.

 

Ad esempio, in una normale bibita gasata, il contenuto di zuccheri è intorno al 10%, per cui mettendo in tavola davanti ai nostri figli una bottiglia da 1,5 litri, gli stiamo somministrando una dose di 1 etto e ½ di zucchero. Invito tutti a leggere le etichette per conferma.  Ma il nostro organismo è in grado di sopportarne un tale quantitativo? Dopo l’assunzione di zucchero l’organismo è costretto a correre ai ripari fronteggiando l’attacco glicemico e acido al flusso sanguigno, poiché l’aumento della acidità del sangue porterebbe a morte certa in poco tempo, così  attinge alle sue riserve interne di veri nutrienti, sacrificando per prime le zone non vitali, come ad esempio il cuoio capelluto, (riserva primaria anche per molte altre necessità) o il calcio dei denti e dalle ossa.

 

Si spiega bene il motivo per cui molti bambini hanno i denti cariati, anche quando si lavano minuziosamente i denti dopo aver mangiato,  o del perché si manifestino delle carie interne ai denti. Lo spazzolino non è sufficiente, anche se è vero che l’acido dello zucchero rovina anche i denti dall’esterno. E i problemi non sono ancora finiti, purtroppo. Infatti, chi non ha mai provato quella sensazione di spossatezza dopo aver mangiato dei dolci? “Mangia questo cioccolatino che ti tira su”, eppure, dopo non molto, si ha l’effetto contrario, perché?

 

Ebbene, pochi minuti dopo l’assunzione dello zucchero, questo viene scomposto e assimilato, con effetti immediati nel nostro flusso sanguigno che vede il suo indice glicemico schizzare verso l’alto, a questo punto il nostro corpo per compensare questo sbalzo glicemico, riversa robuste dosi di insulina nel sangue, per tentare di annullare questa anomalia; le conseguenze sono un brusco calo della glicemia con immediato senso di spossatezza.

 

Mancano gli zuccheri, ci sentiamo giù, quindi ne prendiamo ancora e la giostra riparte. Il risultato di anni di questo andamento a sinusoide del tasso glicemico è lo stress degli organi preposti alla compensazione con produzione di insulina, che tendono ad esaurirsi non producendone più: il risultato più probabile è il diabete.

 

Ma prima di arrivare al diabete, la vita degli accaniti consumatori di zucchero è contrassegnata da una infinita serie di piccoli e grandi segnali volti ad indicare l’impossibilità da parte dell’organismo di assimilare lo zucchero: mal di testa frequenti, spossatezza, fame nervosa dovuta alla inconsistenza delle calorie assunte, o al contrario inappetenza, aumento di peso, crampi o dolori articolari, sono solo una parte dei sintomi che ho personalmente visto sparire dopo pochi mesi in assenza di zucchero, oltre alla perdita di 10 kg di zavorra inutile e ad una ritrovata energia quotidiana.

 

Ma senza lo zucchero, come si affrontano giornate stressanti che richiedono energia? Con cosa possiamo sostituire il saccarosio? La risposta è lapidaria, con niente. L’unico vero vantaggio dello zucchero è quello di essere gradevole al palato, per il resto gli zuccheri naturalmente contenuti nella frutta e in qualche verdura bastano al nostro organismo per sopperire al suo fabbisogno, tutto il resto è inutile e alla fine velenoso per il nostro organismo.

Repost 0
Published by lalchimista - in Accessori e Ricambi
scrivi un commento
5 dicembre 2012 3 05 /12 /dicembre /2012 19:35

http://www.odiami.it/come-sorprendere-un-donna-158905.html -( inserirlo nel browser) -

Repost 0
Published by lalchimista - in Accessori e Ricambi
scrivi un commento

Présentation

  • : Blog di lalchimista
  • Blog di lalchimista
  • : Sono poeta,scrittore e saggista,esperto in tappetologia,quindi questo spazio sarà dedicato a queste mie passioni,chi ama la paesia o i tappeti orientali troverà tanti consigli utili e la consulenza gratuita per i vostri tappeti perchè sono convinto che chi è in possesso di conoscenze tecnico-scientifiche le deve mettere a disposizione di tutti,altrimenti è come se non fossi mai vissuto una volta morto. Sono reperibile su flyngcarpet@hotmail.it
  • Contatti

Recherche

Liens