Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
28 luglio 2011 4 28 /07 /luglio /2011 08:56

La città di Kirman si trova nella regione sud-orientale del paese, lontana dalle principali strade di comunicazione, anche per questo la sua produzione di mirabili tappeti floreali ha sempre avuto una sua caratteristica precisa. Il suo simbolo è la rosa.

Una particolarità della regione è la composizione chimica dell'acqua con la quale vengono lavati i tappeti dopo l'annodatura che giova molto alla colorazione dei filati e alle tinture delle lane, i cui colori sono particolarmente ben accostati e dai riflessi luminosi, come il turchino, l'azzurro, il rosso, il verde e il giallo-dorato.

I tappeti di Kirman hanno comunemente al centro un medaglione di forme svariate, ripetuto per un quarto nei cantonali. Spesso al suo posto vi è un intreccio di rami fioriti. In altri esemplari si presenta un grande albero fiorito su cui si posano uccellini variopinti a indicare il paradiso di Allah. Molto spesso i tessitori riproducono figure di animali, serpenti, tigri, cerbiatti, ecc.

Nei tralci fioriti predomina la rosa in varie forme e colori, perciò è chiamato il roseto della Persia da questa sua precisa identità e dalla quale i Kirman sono facilmente riconoscibili. Sono i tappeti più floreali di tutta la produzione persiana.

La bordura generalmente ripete i motivi centrali, oppure piccoli medaglioni intrecciati da rami, spesso con uccellini, detti cartigli. In alcuni sono incisi passi coranici o poesie auliche.

I materiali impiegati sono lane nobili, sempre cardate e filate a mano, provenienti da ovini locali e chiamate kork a significare la loro sericità e morbidezza, perché spesso provenienti dalla pancia e dal sottogola di agnellini giovanissimi, in alcuni esemplari di finissima fattura. Il nodo impiegato è sempre il sennéh.

Forse è anche uno dei tappeti più imitato da varie produzioni pakistane, cinesi, indiane, ecc. proprio

per la sua florealità che si presta a varie interpretazioni e che colpisce subito per la bellezza cromatica e l'armonia di colori.

La sue misure vanno da quelle grandi nei più antichi a quelle moderne molto "occidentalizzate" per la grande richiesta del mercato europeo negli anni scorsi, specialmente in Francia ove venne allestita una speciale produzione denominata "petit fleur" a indicare una precipua caratteristica.

La produzione antica è praticamente scomparsa, quando appare un esemplare in ottime condizioni

presso un'asta internazionale si scatena la bagarre tra i collezionisti e amatori che fa lievitare enormemente il prezzo a tutto vantaggio del proprietario e di chi vende, sottrendolo alla vista dei "comuni mortali".

1 Persian Laver Kirman, 11ft 9in x 16ft 4in, early 19th century | Sour

Condividi post

Repost 0
Published by giuseppe esposito lalchimista - in Accessori e Ricambi
scrivi un commento

commenti

Présentation

  • : Blog di lalchimista
  • Blog di lalchimista
  • : Sono poeta,scrittore e saggista,esperto in tappetologia,quindi questo spazio sarà dedicato a queste mie passioni,chi ama la paesia o i tappeti orientali troverà tanti consigli utili e la consulenza gratuita per i vostri tappeti perchè sono convinto che chi è in possesso di conoscenze tecnico-scientifiche le deve mettere a disposizione di tutti,altrimenti è come se non fossi mai vissuto una volta morto. Sono reperibile su flyngcarpet@hotmail.it
  • Contatti

Recherche

Liens