Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
12 luglio 2012 4 12 /07 /luglio /2012 18:27

 

Meglio passare alla cottura tradizionale? - Foto: © John P. Midgley/Corbis

Nel forno a microonde la cottura è principalmente dovuta all’effetto riscaldante delle microonde. Il campo elettromagnetico è capace di amplificare l’oscillazione nelle molecole che possiedono polarizzazione, quindi acqua, ma anche lipidi, proteine e zuccheri.

 

Il principale vantaggio di questo forno è la velocità di cottura, a condizione che i pezzi di cibo non siano più grossi di 3-4 centimetri. Gli alimenti rivestiti di pelle, buccia o guscio (uova, pomodori, salsicce, patate...) potrebbero scoppiare o esplodere durante la cottura o al momento di estrarli dal forno.

 

Prima di cucinarli nel microonde vanno perciò pelati o bucherellati. È importante aprire anche i contenitori sigillati o sottovuoto per lo stesso motivo.Brevettato nel 1953 dalla Raytheon Manufacturing Company del Massachusetts, il forno a microonde riscalda con grande rapidità i cibi. Usato in un primo tempo soltanto in bar e ospedali, questo elettrodomestico ha incominciato a diffondersi alla fine degli anni Sessanta negli Stati Uniti e da alcuni anni è arrivato anche in Italia.

 

Velocissimo (può cuocere una mela in 90 secondi e un arrosto di un chilo solo in 15 minuti), il forno a micro onde funziona grazie a un generatore di corrente ad alta frequenza, detto magnetron, che trasforma l'elettricità in onde elettromagnetiche. Girando lentamente, una spedie di "ventilatore" riflette sulle pareti metalliche queste onde che attraversano recipienti di qualsiasi tipo, senza scaldarli, agendo quindi direttamente sulle molecole d'acqua contenute nei diversi cibi.

 

Sotto il loro effetto, gli atomi di idrogeno e di ossigeno che compongono queste molecole cambiano polarità ben 2,45 miliardi di volte al secondo. Passando dal polo positivo a quello negativo e viceversa si determina un aumento della temperatura interna dei cibi, che porta alla loro velocissima cottura.

Brevettato nel 1953 dalla Raytheon Manufacturing Company del Massachusetts, il forno a microonde riscalda con grande rapidità i cibi.

 

Usato in un primo tempo soltanto in bar e ospedali, questo elettrodomestico ha incominciato a diffondersi alla fine degli anni Sessanta negli Stati Uniti e da alcuni anni è arrivato anche in Italia.Velocissimo (può cuocere una mela in 90 secondi e un arrosto di un chilo solo in 15 minuti), il forno a micro onde funziona grazie a un generatore di corrente ad alta frequenza, detto magnetron, che trasforma l'elettricità in onde elettromagnetiche.

 

Girando lentamente, una spedie di "ventilatore" riflette sulle pareti metalliche queste onde che attraversano recipienti di qualsiasi tipo, senza scaldarli, agendo quindi direttamente sulle molecole d'acqua contenute nei diversi cibi. Sotto il loro effetto, gli atomi di idrogeno e di ossigeno che compongono queste molecole cambiano polarità ben 2,45 miliardi di volte al secondo. Passando dal polo positivo a quelllo negativo e viceversa si determina un aumento della temperatura interna dei cibi, che porta alla loro velocissima cottura.

 

Perchè il metallo provoca scintille nel miocroonde?

Duranti il funzionamento, nella cavità del forno si crea un campo elettromagnetico stazionario di microonde con una lungheza di una decina di centimetri, quindi i metalli essendio ottimi conduttori di elettricità, assorbono in gran quantità e rapidamente le microonde, creando un corto circuito fra il generatore di microonde e il metallo. 

 

L'intensità della scarica è è tale da rendere visibili sotto forma di scintille il fenomeno che oltre a scaldare il materiale metallico, può danneggiare il genetratore diu microonde e i circuiti interni del forno. Pertanto è consigliare non inserire mai oggetti metallici, nè tantomeno piatti o teiere coperti con cartab stagnola.

 

Condividi post

Repost 0
Published by lalchimista - in Accessori e Ricambi
scrivi un commento

commenti

Présentation

  • : Blog di lalchimista
  • Blog di lalchimista
  • : Sono poeta,scrittore e saggista,esperto in tappetologia,quindi questo spazio sarà dedicato a queste mie passioni,chi ama la paesia o i tappeti orientali troverà tanti consigli utili e la consulenza gratuita per i vostri tappeti perchè sono convinto che chi è in possesso di conoscenze tecnico-scientifiche le deve mettere a disposizione di tutti,altrimenti è come se non fossi mai vissuto una volta morto. Sono reperibile su flyngcarpet@hotmail.it
  • Contatti

Recherche

Liens