Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
9 marzo 2012 5 09 /03 /marzo /2012 18:39

 

 

 

 

117301419_a13abe9a3c.jpgCome un sorta di alchimista l'ing. Alessandro Cruto uscito dalla Regia Università di Torino si dedicò alla sua grande passione è cioè quella di cristallizzare il carbonio per ottenere diamanti. Osservando e seguendo esperimenti e lezioni di G.Ferraris e di Thomas Edison,  egli riuscì ad ottenere dal carbonio un sottile filo  che si illuminava a contatto con un piccolo accumulatore, così intui la sua importanza nel campo dell' elettricità.

 

Fu così, che la lampadina elettrica di cui facciamo largo uso  fù inventata dal torinese Alessandro Cruto, rivoluzionando il sistema dell'illuminazione nel mondo, ove attualmente si trova questo particolare museo nello stesso stabilimento di Alpignano, dove Alessandro Cruto incominciò le prime sperimentazioni.  La sua invenzione fù presto adottata in molti paesi sino a quando poi nel 1928 fu acquisita dalla multinazionale Philips. Ma il merito dell'ing. Cruto è quello di aver aperto grandi opportunità all'energia elettrica ed all'indotto collegato.

 

Il museo della lampadina giustamente a Lui dedicato aperto dal 1994, mostra tutto il percorso che fece per arrivare ad una invenzione insperata perchè le sue sperimentazioni erano rivolte principalmente ad ottenere diamanti artificiali, studiando la cristallizazione del carbonio. Ma nel 1880 egli con un filamento di questo lemento, riesce al accendere la prima lampadina collegandolo a una batteria, da qui nasce la "fabbrica di luce" come la chiama, cominciando una produzione in serie di lampadine elettriche.

 

A lui si deve la storia dell'illuminazione in Italia, che ha beneficiato tutto il mondo . Il museo dedicatogli mostra con dovizia di particolari e con tutte le sue attrezzature utilizzate , i suoi percorsi di invenzioni, nonchè le innumerevoli creazioni di lampade di ogni forna e dimensione. Inoltre il museo mette in mostra la sua genialità nel contesto dell'epoca a cavallo di due secoli, fra mille difficoltà che dovette superare. Le sue invenzioni sono adottate ancora oggi.

 

Persino lo spazio museale è fatto a forma di lampadina a testimoniare il pionierismo di Alessandro Cruto ,dove sembra che il tempo si sia fermato ed è la prima sensazione che prova il visitatore. Poi il prosieguo si snoda tra tre percorsi Crutiani cioè tra la sua vita e la storia della sua importantissima invenzione a beneficio dell'umanità, con la ricostruzione storica testimoniata da numerosi reperti, oggetti, installazioni multimediali che ripercorrono l'affascinante storia dell'illuminazione ed i suoi benefici. La "fabbrica della luce" è facilmente raggiungibile dalla E70 Torino-Bardonecchia uscita Rivoli Nord direzione Alpignano in via Matteotti,2.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by lalchimista - in Illuminazione
scrivi un commento

commenti

Présentation

  • : Blog di lalchimista
  • Blog di lalchimista
  • : Sono poeta,scrittore e saggista,esperto in tappetologia,quindi questo spazio sarà dedicato a queste mie passioni,chi ama la paesia o i tappeti orientali troverà tanti consigli utili e la consulenza gratuita per i vostri tappeti perchè sono convinto che chi è in possesso di conoscenze tecnico-scientifiche le deve mettere a disposizione di tutti,altrimenti è come se non fossi mai vissuto una volta morto. Sono reperibile su flyngcarpet@hotmail.it
  • Contatti

Recherche

Liens