Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
23 novembre 2015 1 23 /11 /novembre /2015 20:30
L'Isis usa il captagon una droga che rende insensibili alla morte e al dolore i suoi kamizake per commettere i crimini più atroci.

L'Isis usa il captagon una droga che rende insensibili alla morte e al dolore i suoi kamizake per commettere i crimini più atroci.

CAPTAGON: LA PILLOLA DELL'ORRORE

Chi credesse alla favola secondo cui i protagonisti di recenti attentati terroristici si nutrono di versetti del Corano farebbe bene a ricredersi: la loro dieta è basata sul Captagon, più noto come pillola dell'orrore.

Il Captagon (cloridrato di fenetillina) è un'anfetamina che provoca euforia e intorpidisce il dolore. Miscelata con altre droghe, come l'hashish, è la base dell'alimentazione jihadista perché consente di sgozzare e massacrare il prossimo come se niente fosse.

Il principio attivo del Captagon, la fenetillina, fu sintetizzata dalla società tedesca Degussa AG nel 1961 ed utilizzata per circa 25 anni nel trattamento dei "bambini ipercinetici" (ora indicati come affetti da ADHD, Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività) oltre che per narcolessia e depressione. Questa sostanza è stata successivamente vietata in molti paesi (Italia inclusa) a causa dei suoi effetti collaterali.
Prodotto nel 2011 dalla NATO in un laboratorio in Bulgaria, il Captagon è ora prodotto in tutto il Medio Oriente.

I curdi ne hanno trovato in gran quantità nelle tasche di centinaia di militanti dello Stato Islamico uccisi a Kobane, e alcuni sequestri eseguiti in Siria hanno confermato quest'atroce verità: un'auto piena di pillole e un camion cisterna contenente una tonnellata di Captagon. Il 26 ottobre scorso all'aeroporto internazionale di Beirut sono state sequestrate due tonnellate di pillole Captagon nascoste in quaranta borse. Si trovavano su un jet privato diretto in Arabia Saudita. [A bordo del velivolo vie era nientemeno che un principe della famiglia reale saudita, Abdul Mohsen Bin Walid bin Abdulaziz, che è stato accusato dalle autorità libanesi di traffico di droga insieme ad altre sette persone, principalmente saudite; oltre al Captagon, il carico conteneva anche cocaina: vedi qui la notizia; NDR]

Non è la prima volta che troviamo lo zampino di qualche psichiatra o psicofarmacologo dietro il terrorismo. Qualcuno dirà che vediamo psichiatri dappertutto, o ci accuserà di complottismo o fanatismo, ma i fatti sono sotto gli occhi di tutti e sono inconfutabili.

Il luogotenente di Osama bin Laden era Ayman al Zawahiri, uno psichiatra egiziano, e il mentore di Karadzic (il leader serbo protagonista della 'pulizia etnica') era Jonav Raskovic, uno psichiatra che ammise:

"Mi assumo la responsabilità di aver preparato questa guerra, anche se i preparativi non furono militari. Se io non avessi creato questa spinta emotiva tra i serbi e non li avessi incoraggiati, niente di tutto questo sarebbe successo... Senza la nostra influenza non ci sarebbe stato il Partito Democratico Serbo e un signor Karadzic al potere".

[Come i nostri lettori sapranno, l'attribuzione di responsabilità delle stragi compiute durante le guerre di secessione in Jugoslavia è ancora una questione controversa, come suggerisce anche la vicenda di Srebrenica, un genocidio attribuito ai serbi ma in realtà organizzato dall'allora presidente USA Bill Clinton: vedi articolo; NDR].

La collaborazione tra specialisti della mente e terrore data al 1090, quando Hasan ibn al-Sabbah fondò un gruppo terroristico chiamato Ordine Ismailita.
Per addestrare i seguaci come killer, li rendevano per prima cosa incoscienti con l'uso di droga, e li portavano in un bellissimo giardino pieno di lusso e donne, ove venivano svegliati così da poter godere le "delizie" del giardino.
Drogati di nuovo si risvegliavano davanti al "Gran Maestro" addetto al loro addestramento.
Egli li rassicurava, facendo loro credere di non essersi mai allontanati da lui e di avere semplicemente sperimentato il paradiso che li aspettava se avessero portato a termine con successo un incarico omicida. I seguaci venivano drogati con abbondanti dosi di hashish, e divennero così noti come "Hashishiyn" (dall'arabo: "colui che usa hashish"), termine da cui deriva la parola "assassino".

Anche i "kamikaze" giapponesi, che durante la Seconda Guerra Mondiale si lanciavano in attacchi suicidi contro le navi Alleate, usavano l'anfetamina per annullare il loro naturale impulso a sopravvivere, ed è di pochi mesi fa lo scandalo degli psichiatri che collaborarono all'ideazione delle torture ai prigionieri della base USA di Guantanámo.

Il Captagon è solo l'ultimo anello di una lunga catena, che lega in maniera indissolubile psichiatria, psicofarmacologia e industria del terrore.

Repost 0
23 novembre 2015 1 23 /11 /novembre /2015 13:42
Come eliminare le abitudini costose e inutili legate al consumismo che non serve!

Come eliminare le abitudini costose e inutili legate al consumismo che non serve!

In questo breve post si analizza l’abitudine all’acquisto frenetico che ci porta a bruciare parte delle nostre entrate solo per impulsi del momento. Siamo costantemente bombardati da annunci e inviti a comprare e consumare principalmente basati sugli impulsi. le nostre abitudini rappresentano il primo grande ostacolo da superare all’ora d’iniziare il cammino verso la libertà. Siamo iper-consumatori.

L’Impulsività verso gli acquisti ci porta a spegnere il cervello quando abbiamo in mano una carta di credito o qualche soldo extra, solitamente lo spendiamo in oggetti. Sin da bambini siamo abituati ad avere tutto quello che chiediamo, e questo comporta che non ci emozioniamo più per un acquisto, l’emozione dura pochissimo, e appena termina rientriamo nella fase consumistica.

Siamo impazienti, vogliamo tutto e lo vogliamo ora, per tanto a volte compriamo in maniera sbagliata, anche le cose che non possiamo permetterci. Finanziamenti per auto costose, per oggetti tecnologici e quant’altro, lo vogliamo ora, anche se lo pagheremo domani, e questo è il primo grande errore, compra solo quello che puoi pagare e che realmente ti serve.

Per permettere alla società dei consumi di continuare il suo carosello diabolico sono necessari tre ingredienti: la pubblicità, che crea il desiderio di consumare, il credito, che ne fornisce i mezzi, e l’obsolescenza accelerata e programmata dei prodotti, che ne rinnova la necessità.Serge Latouche

Il cambiamento inizia all’origine, diventa essenzialista, puoi fare di tutto anche senza bruciare soldi e indebitarti per cose che non puoi permetterti. Siamo sensibili alle novità. Troppo sensibili. Tanto che un nuovo oggetto diventa motivo di desiderio, dobbiamo averlo a tutti i costi. Faccio l’esempio dei telefoni, ormai servono a tutto meno che a telefonare. Uno smartphone e un grande invento, ma non può costare un terzo o la meta di uno stipendio medio, è folle. Come folle la pubblicità ormai ovunque che ci bombarda di messaggi che hanno un denominatore unico – COMPRA.

Siamo in un epoca dove le persone si preoccupano più del loro smartphone che della gente che hanno intorno.

Gli stimoli all’acquisto ci arrivano da tutte le parti, cartelli pubblicitari in strada, spot nelle televisioni delle stazioni o nella metro. Il costante attacco della pubblicità ci porta in uno stato di ipnosi, degli zombi che comprano quello che ci dicono e subito. La maggior parte dei soldi spesi va in oggetti, quasi mai si investe in conoscenza, meglio spendere 100 euro in un telefono e 600 in un corso per imparare qualcosa. Il telefono si romperà prima o poi, le conoscenze rimangono.

Prima di acquistare qualcosa domandati se hai veramente necessita di quello che stai comprando, ti serve? E’ indispensabile? compralo solo se la risposta e’ si!

Alcune azioni che puoi cominciare a fare da ora

1. Smetti di guardare la tele.

Scegli tu cosa vedere. Usa internet, guarda documentari, studia siti specializzati in quello che ti interessa, fai corsi, usa il tempo nel modo migliore. Ogni minuto vivilo al massimo e in modo che ti lasci qualcosa. Vedere film e stupendo, ma scegli tu quando e cosa, non fare zapping perché non stai scegliendo, è un illusione, hai 30 canali, quindi non e una scelta aperta, usa internet e troverai quello che cerchi e quando lo desideri senza interruzioni di nessun tipo. Inoltre stare qualche tempo lontani dal bombardamento pubblicitario fa bene al nostro scopo.

2. Vestiti in maniera essenziale.

tutti abbiamo bisogno di un bel vestito e indumenti puliti e ben tenuti, valorizza quello che hai, stiralo, tienilo ben ordinato e piegato, sceglie con attenzione quello che compri per far si che siano vestiti che durino e che rispecchino chi sei, non cose che vedi in giro. Non sei obbligato e vestirti come le persone che vedi in TV o come vedi altri in strada. Personalizza le tue scelte e vedrai che andrai anche a risparmiare molti soldi. Non comprare vestiti solo perché li vedi in saldo, o perché li hai visti addosso ad un personaggio famoso, comprali se hai bisogno.

3. Non investire in oggetti, fallo in istruzione.

E’ il miglior investimento tu possa fare, le conoscenze rimangono, gli oggetti si buttano e si rovinano. Compra quello che ti serve ma se hai la possibilità di usare qualche extra a fine mese fallo nella conoscenza.

4. Fai un inventario di quello che hai

a casa e di quello che realmente usi, il resto vendilo, buttalo, o regalalo a chi ne ha bisogno. Libera spazio nel posto dove vivi e automaticamente starai liberando spazio dentro di te.

Il minimalismo porta ossigeno alla nostra mente. Avere tutto e’ diventato cosi facile che non ci rende più felice nulla, se vivi in maniera essenziale anche un colpo di vento caldo in autunno ti farà felice.

Repost 0
22 novembre 2015 7 22 /11 /novembre /2015 13:09
Dimmi in che posizione dormi e ti dirò chi sei!!

Dimmi in che posizione dormi e ti dirò chi sei!!

Ognuno di noi ha una posizione preferita nel dormire: se per qualsiasi motivo non possiamo assumere la suddetta posizione non riposiamo bene o addirittura non riusciamo a chiudere occhio.

Si può dedurre molto sulla personalità di una persona analizzando il modo in cui dorme: questa è la conclusione degli studi “Learn to sleep well” condotto dal Professor Chris Idzikowski, uomo a capo della Sleep Assessment and Advisory Service di Londra.

Il linguaggio del corpo è presente in ogni momento, persino mentre dormiamo; anzi, mentre di giorno riusciamo a gestire e controllare i nostri atteggiamenti, durante il sonno non possiamo impedire che vengano a galla gli aspetti più profondi delle nostre personalità.

Nonostante sia ovvio che ci possono essere tante posture quante persone nel mondo, queste possono essere differenziate in sei principali.

Posizione fetale (dormire sul fianco, curvi, con le ginocchia verso il petto, le braccia sovrapposte o vicino le gambe): è la postura più frequente tra le persone mentre si dorme. Nello studio citato anteriormente, il 41% dei 1000 intervistati hanno affermato di assumere tale posizione. In quanto alla personalità, questa posizione indica una persona sensibile ed emotiva, che è predisposta ad avere rapporti intensi. Queste persone possono sembrare timide quando conoscono qualcuno, ma dopo si rilassano, sono molto gentili, affettuose e hanno paura di essere ferite sentimentalmente.

Posizione a tronco (dormire sul fianco, con entrambe le gambe stese e giunte e la schiena ben retta; le mani di solito sono attaccate al corpo oppure una di esse sotto il cuscino o stesa): questa postura viene assunta dal 15% delle persone intervistate durante lo studio. Chi l’assume è una persona molto socievole, va d’accordo con la maggior parte della gente, si sente bene quando fa parte di un gruppo, ma si fida fin troppo degli altri, e spesso viene deluso.

Posizione semi-fetale o richiedente (dormire su di un fianco, con entrambe le braccia protese verso l’avanti): il 13% dei volontari di questo studio ha affermato di dormire in questo modo. In genere, chi dorme in questa postura ha una personalità più complessa. Nonostante per natura siano amichevoli e aperti, allo stesso tempo spesso sono cinici e sospettosi. Prendono una decisione con molta difficoltà e calma, ma quando quest’ultima è stata presa, difficilmente cambiano idea. Possono essere ottimi amici e ricompensare con affetto gli altri.

Posizione supina o soldato (dormire a pancia sopra, con le gambe separate a livello dei fianchi o delle spalle, le braccia sono stese lateralmente al corpo): solo l’8% degli intervistati dorme in questo modo, con il mento rivolto verso il tetto. Queste persone sono riservate, silenziose, che difficilmente si abbandonano alle emozioni. Sono molto leali e proteggono la famiglia e i cari. Hanno una notevole stima di sé e pretendono sempre molto, anche dagli altri.

Posizione prona o caduta libera (dormire sdraiati a pancia sotto, con la testa girata verso un lato; una o entrambe le mani sotto o sopra il cuscino): il 7% degli intervistati nel sondaggio assume questa posizione. In genere, chi dorme in questa posizione è una persona molto intensa, socievole, spontanea e in fondo in fondo molto sensibile. Ama molto la libertà, non vuole sentirsi dire cosa deve fare e non sopporta le critiche. Nasconde una certa fragilità ed è facilmente presa dall’ansia e dallo stress.

Posizione a stella (dormire a pancia sopra, con le braccia parzialmente o del tutto attorno il cuscino, le gambe semi-piegate oppure una stesa): è la postura meno preferita con il solo 5% delle persone. Parlando della personalità, diciamo che sono bravi ascoltatori dei problemi altrui, ottimi amici, sempre disposti ad aiutare il prossimo; preferiscono non essere al centro dell’attenzione e in genere evitano di assumersi delle responsabilità.

Vuoi scoprire veramente che personalità ha una persona? Beh che aspetti: chiedi in che posizione dorme o, se puoi, osservala.

E tu? Rispecchi la tua personalità nella tua posizione nel dormire?

Repost 0
22 novembre 2015 7 22 /11 /novembre /2015 12:40
In arrivo per i cittadini la super password per entrare in tutti i servizi della P.A.
In arrivo per i cittadini la super password per entrare in tutti i servizi della P.A.

In arrivo per i cittadini la super password per entrare in tutti i servizi della P.A.

Una parola d'ordine universale eccellente per usare i Servizi Pubblici via Internet. L'auspicata rivoluzione digitale si chiama "Spid" (Sistema Pubblico dell'identità digitale) ed e pronta a Partire.

Con un identificativo unico, OGNI cittadino potra accedere a servizi Che spaziano Dai referti medici all'anagrafe canina, dal pagamento della mensa scolastica alla Dichiarazione dei Redditi. Sono Già centinaia i Servizi Pubblici compatibili con l'identificativo unico, da parte di Una decina di Enti Regionali e Nazionali, un Quanto Repubblica PUÒ anticipare. Spid Sarà sabato Tra i Temi Centrali del Digital Day Nella Reggia di Venaria a Torino, L'occasione in cui il Governo svelerà le novità digitali in arrivo.

Per prima cosa, il cittadino dovra procurarsi la nuova identità digitale, Gratuita, rivolgendosi - via internet oa Uno sportello fisico - una Una delle Aziende che sì Stanno accreditando una questo Scopo Presso l'Agenzia per l'Italia Digitale (TRA Quelle Che Hanno Fatto richiesta di Telecom Italia e Poste Italiane). This Processo Finirà appunto un dicembre. DOPO averlo identificato, l'azienda fornisce al cittadino "Spid": Di Una base di una password unica da usare on line per accedere ai di servizi della Pubblica Amministrazione. Quelli Più delicati richiederanno però, per Motivi di Sicurezza, also Una seconda della password Che Cambierà un OGNI utilizzo (ci Arriverà di volta in volta tramite Sms oppure Sarà Creata da Una App o da Uno Strumento SPECIFICO, Analogo al "token" bancario). Entro il 2017, per legge, Tutti i Servizi Pubblici dovranno funzionare Così, via internet e con Spid. ALCUNI però Sono Già pronti. E Il Caso di 114 dell'INPS Servizi (dal riscatto della laurea alla richiesta degli assegni familiari), 103 dell'Inail (Consultazione Cud, bollettini richiesta) e MOLTI dell'Agenzia delle Entrate. Ci Sono poi sei Regioni Già pronte con ALCUNI servizi locali: sono il Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Marche e Toscana. Tra QUESTI la possibilita di Pagare ALCUNI tributi e la mensa scolastica, ei servizi sanitari.

Entra in Vigore il 26 novembre Prossimo il Dpcm 178/2015 Che obbliga Tutte le Regioni a predisporre, Entro la dell'Anno bene, il Fascicolo sanitario Elettronico. Significa Che, con la nostra identità Spid, potremo collegarci via internet una pagina Una Che Contiene Tutta la nostra storia medica: i referti degli esami, l'elenco dei Farmaci assunti e Altri Dati Utili, consultabili Anche da parte dei Medici Che ci Hanno in cura. Su this Aspetto, gia pronte per la Scadenza di dicembre Sono le Regioni Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana e la Provincia di Trento. Infine, truffatori L'Identità Digitale SI potra accedere Anche a SERVIZI Delle da Aziende aderiranno Che privato volontaria di base su: probabilmente, gli istituti bancari e Operatori telefonici.

Repost 0
16 novembre 2015 1 16 /11 /novembre /2015 20:06
l'automobile che vola è una realtà ecco il prototipo di AeroMobil :http://www.aeromobil.com/#s-video

l'automobile che vola è una realtà ecco il prototipo di AeroMobil :http://www.aeromobil.com/#s-video

AeroMobil. Bella macchina volante. Splendidamente Integrato. Trasforma in Secondi da un'automobile un aeroplano delle Nazioni Unite. Ti da la libertà di Muoversi. L'AeroMobil e Una macchina volante che fa Perfettamente l'uso delle Infrastrutture esistenti Creati per le Automobili e Aerei, e apre le porte al vero e proprio Viaggio Porta a Porta. Come una macchina Adatta a Qualsiasi spazio di parcheggio utilizza standard di benzina normale, e PUÒ Essere utilizzato nel Traffico stradale venire Qualsiasi altra macchina. Come un aereo Che PUÒ utilizzare Qualsiasi aeroporto del mondo, ma PUÒ also decollare e atterrare con Qualsiasi striscia di erba o di superficie pavimentata Lungo solista poche centinaia di metri. L'attuale prototipo di auto volante AeroMobil 3.0 includono SIGNIFICATIVI miglioramenti e Aggiornamenti al precedente pre -prototipo AeroMobil 2.5. E 'Ormai ultimato ed e Stato in Regolare Programma di dimostrare di volo in Condizioni di volo reali da ottobre 2014. I' AeroMobil 3.0 E prevalentemente costruita in Materiale composito avanzato. Che comprende la scocca STESSA, ali, e le ruote. Esso Contiene InOLTRE Tutte le Principali Caratteristiche Che possono Essere incorporati nel prodotto finale, venire for example apparati avionici, pilota automatico e di un Sistema di Distribuzione paracadute avanzato. AeroMobil 3.0 loro esecuzione also Una serie di Altre Tecnologie Avanzate, venire for example angolo un variabile di attacco delle ali Che riduce notevolmente i Requisiti di decollo, e la sospensione robusta Che le consente di decollo e atterrare Anche a Terreni relativamente ruvida. Guardate il video: http://www.aeromobil.com/#s-video





Repost 0
12 novembre 2015 4 12 /11 /novembre /2015 18:48
Da sempre vengono magnificate le proprietà terapeutiche della mela, ma della banana?

Da sempre vengono magnificate le proprietà terapeutiche della mela, ma della banana?

C'è chi ne ha sempre una di scorta, da mangiare in ufficio o in pausa, mentre si passeggia. La banana è considerato un frutto dagli enormi benefici per il nostro organismo: mangiarne una o due al giorno ci aiuta a purificarci, a mantenere occhi e pelle in salute e a sentirci meno gonfi. Ma non solo: se è vero che hanno la forma di un sorriso, è vero anche che le banane aumentano il buonumore. Il sito Eat This, Not That! ha stilato una lista di effetti positivi. Ecco 20 modi in cui mangiare una banana cambia il nostro corpo. Ed ecco perché è meglio averne sempre una a disposizione.

1. Ti senti meno gonfio
Le banane possono essere ottime alleate contro la ritenzione idrica e contro la sensazione di gonfiore. Secondo uno studio recente, le donne che mangiano almeno due banane al giorno prima del pranzo o della cena (usandole, dunque, come snack) in 60 giorni riuscirebbero a ridurre il gonfiore addominale del 50%. Ciò accade perché, essendo ricca di potassio, questo tipo di frutta diminuisce la ritenzione dei fluidi.

2. Inizi a bruciare grassi

La banana contiene in media 12 mg di colina, una sostanza organica classificata come nutriente essenziale e in grado di accelerare il processo di lipolisi, ossia il processo di degradazione dei lipidi. In poche parole, dunque, questa componente può agire da brucia-grassi. Altri alimenti che ne contengono in grandi quantità sono i semi di soia, il tacchino, il fegato di vitello, il lievito di birra e il tuorlo d'uovo.

3. Aumenta il buonumore

I bambini se la mettono davanti al viso per imitare un sorriso. Ed, in effetti, la banana fa sorridere. In che modo? Grazie alla vitamina B9 o acido folico. Quest'ultimo avrebbe notevoli proprietà: in particolare, aiuterebbe la serotonina, l'ormone del buonumore, a raggiungere più velocemente il cervello. Alcuni studi hanno evidenziato una carenza di acido folico nel 50% dei pazienti affetti da depressione e alcuni medici consigliano di abbinare l'acido folico agli antidepressivi per aumentare il loro effetto.

4. Ti fa sentire meno ansioso e stressato

Oltre all'azione positiva della vitamina B9, le banane contengono anche il triptofano, un amminoacido essenziale per l'organismo umano, considerato un "precursore della serotonina". Questo composto, contenuto anche in legumi, carne, pesce, formaggi, latte, cioccolato e uova, può "curare" l'ansia e dare un sollievo a chi soffre di insonnia. Può anche contribuire a diminuire il senso di affaticamento. Le banane, inoltre, favoriscono il rilascio di norepinefrina o noreadrenalina, un neurotrasmettitore che regola la nostra risposta allo stress e ci aiuta, quindi, ad affrontarlo.

5. Ti aiuta a dormire meglio

Il triptofano, contenuto nelle banane, oltre alla produzione di serotonina, stimola anche la produzione di melatonina, che favorisce il rilassamento e aiuta a regolare il sonno.

6. Potenzia i muscoli

Quante volte, dopo un allenamento intenso, abbiamo avvertito dei crampi? Per funzionare alla perfezione, i nostri muscoli hanno bisogno di magnesio, minerale essenziale per il funzionamento di tutto il nostro organismo. Le banane, che ne sono un'ottima fonte, possono favorire la contrazione e il rilassamento dei muscoli.

7. Ti aiuta a recuperare subito le energie

Dopo un duro allenamento, il potassio contenuto nelle banane aiuta il corpo a recuperare presto le energie: i muscoli acquistano forza e sono pronti a mettersi in moto di nuovo. Per questo motivo, mangiare una banana è molto utile in caso di perdita di forze dovuta a sforzi fisici.

8. Stabilizza i livelli di zucchero nel sangue

Mangiare una banana può aiutare i livelli di zucchero nel sangue a stabilizzarsi. In questo modo, abbiamo la giusta dose di energia e di zuccheri in circolo, senza dover per forza introdurre nel nostro corpo alimenti grassi.

9. Ti senti sazio

Le banane contengono il cosiddetto "amido resistente" che, come dice la parola, resiste al processo di digestione. In questo modo, l'appetito si affievolisce. Uno studio ha rivelato che sostituire solo il 5% dei carboidrati che assumiamo ogni giorno con alimenti ricchi di questo tipo di amido significherebbe bruciare il 30% dei grassi in più.

10. Non hai bisogno di altri stuzzichini

Quando il livello di zuccheri nel sangue è stabile, raramente può capitare di avvertire il senso di fame. Se vogliamo saziarci velocemente, è consigliato mangiare una banana: in particolare, mangiarla tra un pasto e l'altro significa evitare di assaltare il frigorifero o la credenza in cerca di cibo spazzatura per colmare il vuoto nello stomaco.

11. Riduce il livello di colesterolo

Quando mangiamo alimenti non sani, come un panino al fast food, i livelli di colesterolo nel sangue salgono. Consumare una banana, invece, avrebbe l'effetto contrario. Questo tipo di frutto contiene fitosteroli, molecole con una struttura molto simile a quella del colesterolo, ma con un'azione benefica: il compito dei fitosteroli è quello di legare il colesterolo all'interno del lume intestinale impedendone l'assorbimento e favorendone l'espulsione fecale. Inoltre, le banane contengono vitamina B6, importante per la salute del cuore, per il sistema immunitario, per il corretto funzionamento del sistema nervoso.

12. Migliora la digestione

C'è chi, dopo aver pranzato o cenato, non si sente al massimo della forma fisica. In questo caso, le banane possono aiutare a migliorare la cattiva digestione dal momento che sono un'ottima risorsa di prebiotici, sostanze da non confondere con i probiotici: la loro funzione è quella di favorire la crescita e l'attività di Bifidobacterium e di lactobatteri, specie batteriche importanti per la salute digestiva dell'organismo.

13. Ti aiuta ad essere più regolare

Le banane sono ricche di fibre e aiutano a regolarizzare l'intestino. Quando si soffre di diarrea, mangiare una banana può aiutare a reintegrare i sali minerali espulsi. Questo frutto, inoltre, è un ottimo alleato anche quando si avverte un senso di nausea ed è molto consumato soprattutto dalle donne in gravidanza.

14. Rinforza le ossa

Nonostante le banane non contengano un alto livello di calcio, possono favorirne l'assunzione grazie alla presenza dei prebiotici. Secondo uno studio riportato dall'American Journal of Clinical Nutrition, quando quest'ultimi fermentano nel tratto digestivo, aumentano l'abilità del corpo di assorbire calcio.

15. Ti aiuta a combattere le malattie

Le banane non contengono vitamina A, ma sono ricche di provitamine A. Le provitamine sono molecole nutrizionali semi-essenziali molto simili alle vitamine: la radice pro- indica che si tratta di isomeri, dimeri o precursori di specifiche vitamine essenziali; la conversione delle provitamine in vitamine avviene grazie ad alcune reazioni enzimatiche dell'organismo. Le banane contengono beta carotene, essenziale per la produzione di vitamina A. Questa concentrazione protegge l'organismo da malattie croniche, cardiovascolari e dal diabete.

16. Ti protegge dal cancro

Secondo uno studio riportato sulla rivista Food and Chemical Toxicology, le banane contengono l'antiossidante delfinidina, che è anche detto il "super polifenolo". I ricercatori hanno osservato che applicarne alte concentrazioni sulle cellule tumorali dello stomaco impedirebbe la loro crescita e la loro proliferazione.

17. Abbassa la pressione

Secondo la Food and Drug Administration, la combinazione di alto livello di potassio e basso livello di sodio contribuirebbe ad abbassare la pressione, un beneficio di cui possono giovare in particolare gli individui che soffrono di ipertensione o pressione alta. Le banane, dunque, proteggono contro il rischio di infarto.

18. Diminuisce il rischio di soffrire di anemia

Le banane contengono ferro, essenziale per mantenere stabili i livelli di energia nel nostro organismo. Carenze di ferro possono essere all'origine dell'anemia: la presenza di globuli rossi risulta insufficiente a trasportare verso i tessuti dell'organismo un quantitativo di ossigeno adeguato. Inoltre, quando il ferro scarseggia, il metabolismo rallenta e c'è il rischio di aumentare di peso.

19. Migliora la vista

Le banane contengono vitamina A e vitamina C, entrambi antiossidanti e nutrienti importanti per la salute degli occhi e della pelle. Il beta carotene, inoltre, ripara le cellule danneggiate mentre la vitamina E e la luteina sono essenziali per gli occhi. La luteina, in particolare, riduce il rischio di soffrire di maculopatia.

20. Ti aiuta a purificarti e disintossicarti

Ricche di pectina, le banane favoriscono la purificazione e disintossicazione dell'organismo. La fibra porta il corpo a liberarsi aumentando il bisogno di urinar

Repost 0
Published by lalchimista - in Salute e cura del corpo
scrivi un commento
10 novembre 2015 2 10 /11 /novembre /2015 20:51
Creata la foglia artificiale e la relativa fotosintesi, cioè la fonte dell'energia naturale

Creata la foglia artificiale e la relativa fotosintesi, cioè la fonte dell'energia naturale

'La foglia artificiale mostra particolare promessa come una fonte economica di energia elettrica per le case dei poveri nei paesi in via di sviluppo. Il nostro obiettivo è di rendere ogni casa una propria centrale elettrica.

'Si può immaginare villaggi in India e in Africa non molto tempo da oggi l'acquisto di un sistema di alimentazione di base a prezzi accessibili basati su questa tecnologia.'

Future: La foglia divide acqua nei suoi due componenti, idrogeno e ossigeno che sono memorizzate in una cella a combustibile che converte l'energia in elettricità

Il dispositivo non ha alcuna somiglianza con le controparti di Madre Natura sulle querce, aceri e altre piante verdi, che gli scienziati hanno usato come modello per i loro sforzi per sviluppare questo nuovo genere di celle solari.

Circa la forma di una carta di poker, ma più sottile, il dispositivo è ricavata da silicio, elettronica e catalizzatori, sostanze che accelerano le reazioni chimiche che altrimenti non si verificherebbero, o sarebbero correre lentamente.

Situato in un singolo gallone di acqua in una luce del sole, il dispositivo potrebbe produrre abbastanza elettricità per alimentare una casa in un paese in via di sviluppo con l'elettricità per un giorno, ha detto Nocera.

Lo fa dividendo acqua nei suoi due componenti, idrogeno e ossigeno.

I gas idrogeno e ossigeno saranno memorizzati in una cella a combustibile, che utilizza i due materiali per produrre energia elettrica, sia situato sulla parte superiore della casa o accanto.

Nocera, che è con il Massachusetts Institute of Technology, sottolinea che la 'foglia artificiale', non è un concetto nuovo.

La prima foglia artificiale è stato sviluppato più di dieci anni fa da John Turner del National Renewable Laboratory energia degli Stati Uniti a Boulder, Colorado.

Anche se è molto efficace a realizzare la fotosintesi, dispositivo di Turner era poco pratico per l'uso più ampio, come è stato composto da rare, metalli costosi ed era altamente instabile - con una durata di appena un giorno.

Nuova foglia di Nocera supera questi problemi.

'Il nostro obiettivo è di rendere ogni casa una propria centrale elettrica'

Dr. Daniel Nocera

Esso è fatto di materiali poco costosi che sono ampiamente disponibili, lavora in condizioni semplici ed è altamente stabile. In studi di laboratorio, ha dimostrato che una foglia prototipo artificiale potrebbe funzionare in modo continuo per almeno 45 ore senza un calo dell'attività.

La chiave di questa innovazione è recente scoperta di Nocera di diversi potenti nuovi catalizzatori, poco costoso, di nichelio e cobalto, che sono capaci di acqua in modo efficiente scissione nelle sue due componenti, idrogeno e ossigeno, in condizioni semplici.

In questo momento, foglia di Nocera è di circa 10 volte più efficiente a realizzare la fotosintesi di una foglia naturale. Tuttavia, è ottimista che può aumentare l'efficienza della foglia artificiale molto maggiore in futuro.

'Natura è alimentato da la fotosintesi, e penso che il mondo futuro sarà alimentato dalla fotosintesi e in forma di questa foglia artificiale', ha detto Nocera, un chimico presso il Massachusetts Institute of Technology di Cambridge, Mass.


Repost 0
8 novembre 2015 7 08 /11 /novembre /2015 13:41
La scoperta ha dell’incredibile. Secondo quanto riportato dallo studioso Antony Paster, l’uomo sarebbe vicino alla programmazione della macchina del tempo.  “Stiamo studiando da anni le aree temporali di passato, presente e futuro. Dividendo la gravità per la massa magra dell’ossigeno e moltiplicando per la velocità al cubo dell’idrogeno, ci siamo resi conto di come potessimo spostare gli equilibri temporali. Ieri Silvano Laporta è riuscito ad arrivare nel novembre del 1989, sostando per più di un mese in Germania, assistendo a tutte le ultime fasi che hanno interessato la caduta del muro di Berlino. Per ora, siamo in grado di arrivare solo a massimo 50 anni indietro nel tempo, ma contiamo di riuscire a completare la macchina entro la fine dell’anno.”  Poi prosegue “Per quanto riguarda il futuro, quello è più complesso. Il futuro non c’è. Quindi ogni persona lanciata avanti nel tempo vivrà futuri diversi dagli altri, eventi poi, comunque irripetibili. Secondo i nostri studi, il futuro è in continua evoluzione e sarebbe impossibile calcolarlo e unificarlo per tutti.” Una scoperta quindi che porterebbe l’umanità a livello di progresso assoluti.  Lo studioso Enrico Avanti però ammonisce: “Ma come si fa a pensare di tornare indietro nel tempo? Cosa si cerca di fare? L’uomo vive una sola vita che è in progressione. Così si rischia di sfociare in universi paralleli e non sappiamo che effetto avrà questo per l’universo. Il presidente americano Obama si è però dimostrato subito felice della cosa, chiedendo agli studiosi di rivivere la notte della sue prima vittoria come presidente americano. Tempi nuovi per la storia? Vedremo.

La scoperta ha dell’incredibile. Secondo quanto riportato dallo studioso Antony Paster, l’uomo sarebbe vicino alla programmazione della macchina del tempo. “Stiamo studiando da anni le aree temporali di passato, presente e futuro. Dividendo la gravità per la massa magra dell’ossigeno e moltiplicando per la velocità al cubo dell’idrogeno, ci siamo resi conto di come potessimo spostare gli equilibri temporali. Ieri Silvano Laporta è riuscito ad arrivare nel novembre del 1989, sostando per più di un mese in Germania, assistendo a tutte le ultime fasi che hanno interessato la caduta del muro di Berlino. Per ora, siamo in grado di arrivare solo a massimo 50 anni indietro nel tempo, ma contiamo di riuscire a completare la macchina entro la fine dell’anno.” Poi prosegue “Per quanto riguarda il futuro, quello è più complesso. Il futuro non c’è. Quindi ogni persona lanciata avanti nel tempo vivrà futuri diversi dagli altri, eventi poi, comunque irripetibili. Secondo i nostri studi, il futuro è in continua evoluzione e sarebbe impossibile calcolarlo e unificarlo per tutti.” Una scoperta quindi che porterebbe l’umanità a livello di progresso assoluti. Lo studioso Enrico Avanti però ammonisce: “Ma come si fa a pensare di tornare indietro nel tempo? Cosa si cerca di fare? L’uomo vive una sola vita che è in progressione. Così si rischia di sfociare in universi paralleli e non sappiamo che effetto avrà questo per l’universo. Il presidente americano Obama si è però dimostrato subito felice della cosa, chiedendo agli studiosi di rivivere la notte della sue prima vittoria come presidente americano. Tempi nuovi per la storia? Vedremo.

Il sogno di Tornare indietro nel Tempo e Ormai sfumato. La notizia giunge proprio Nell'anno in cui Martin McFly, protagonista di 'Ritorno al futuro', celebre pellicola degli anni ottanta, sarebbe dovuto arrivare Ai giorni Nostri con la SUA macchina del tempo, per Salvare il futuro e Tornare a casa, nel 1985 .
Studio Uno, Pubblicato Sulla rivista Scientific Reports, ha infatti provato sperimentalmente Che la freccia del tempo punta da solo verso il futuro. La ricerca has been guidata da Claudio Conti, Direttore dell'Istituto dei Sistemi Complessi del Consiglio nazionale delle ricerche (Isc-Cnr ), In collaborazione con il Dipartimento di Fisica della Sapienza e con l'Università dell'Aquila ed e finanziata Dalla Fondazione John Templeton. "Uno dei Problemi Principali della Fisica Moderna e Spiegare Perchè il tempo va avanti da solista nel, e non Si Può Tornare indietro. La meccanica quantistica non fornisce nessuna Indicazione sul Perché i FENOMENI naturali Siano irreversibili ", Spiega Conti. "Consideriamo un pendolo Messo un testa in giù: Nella nostra Esperienza Quotidiana sappiamo Che, DOPO Qualche istante, l'asta Cadra e non ritornerà Più su. Cio non Stato era mai Verificato per un pendolo quantistico, cioè Una particella venire fotone un o un elettrone Che si muove Intorno al proprio nucleo: diciamo che sì ha un pendolo inverso QUANDO QUESTE particles decadono, cioè si scompongono in particles Differenti e - si dice in fisica -. 'Vanno All'Infinito', in Un certo senso, spariscono "Le fondamenta teoriche su cui E Basata la ricerca Sono stato introdotte nel 1986 dal premio Nobel per la fisica, Roy Glauber. Il modello matematico Prevede Che i decadimenti degli 'Oscillatori Inversi quantistici' avvengano assolo una determinata Velocità. Allo Stesso tempo, affinchè la teoria SIA verificata, occorre Che questo tipo di Trasformazioni siano irreversibili , il Che significa Che la particella, una volta decaduta, non si Possa Più riformare. Da qui l'assunto Che Non Si Può Tornare indietro nel tempo. "Nessuno prima d'ora AVEVA mai Testato empiricamente this teoria. Per simulare un oscillatore di Glauber, Switch ABBIAMO Fatto per un Raggio luminoso Attraverso un liquido fototermico. Il liquido assorbe la luce e la defocalizza rendendola simile a un oscillatore quantistico invertito e Rende Più facile individuare la quantizzazione dei decadimenti. Avendo ottenuto this prova sperimentale, POSSIAMO affermare Che la Teoria e verificata, Anche Per Quanto riguarda la freccia del tempo ", aggiunge Conti. Il Direttore dell'Isc-Cnr SPECIFICHE Che la ricerca" oltre al Suo Valore intrinseco, apre Nuove Prospettive per lo Sviluppo di tecnologie Di Più immediata Applicazione, for example nel campo della fotonica, tepee vieni Nuovi di laser per la medicina e microscopi ad altissima risoluzione ".



Repost 0
4 novembre 2015 3 04 /11 /novembre /2015 20:27
Sempre più persone nel mondo asseriscono di essere stati rapiti dagli Ufo

Sempre più persone nel mondo asseriscono di essere stati rapiti dagli Ufo

Uno degli sviluppi più recenti e più significativi del mistero degli UFO è senza dubbio il fatto che molte migliaia di persone affermano in tutto il mondo di essere state rapite dagli alieni. Dobbiamo anche dire che moltissime persone credono che tali rapimenti siano un fatto reale.

Il fenomeno del rapimento alieno emerse agli inizi degli anni ’60 ma negli ultimi decenni si è avuto un aumento esponenziale delle persone che sostengono di essere state rapite degli alieni. Volendo utilizzare delle categorie sociologiche potremmo dire che soprattutto negli Stati Uniti è sorta una vera e propria subcultura creata dai racconti riguardanti le abductions: tale subcultura si sta ora sviluppando in maniera tale da dare origine ad un organismo culturale unitario.

Cercheremo ora di individuare alcune delle caratteristiche di base riscontrabili nelle abductions. In genere le vittime sono trasportate dagli alieni a bordo delle loro astronavi o mentre sono alla guida delle loro auto o addirittura mentre dormono nelle loro case. Nelle abductions che si verificano nella camera da letto del rapito i visitatori alieni dimostrano di avere la capacità di passare attraverso i muri e di rimanere sospesi nell’aria. Inoltre essi dimostrano di avere anche la capacità di assumere il controllo totale delle loro vittime che vengono spesso immobilizzate e rese in tal modo incapaci di opporsi alle azioni degli alieni i quali sembrano essere dotati anche di poteri telepatici e paranormali. Quando le vittime dei rapimenti alieni vengono portati a bordo degli UFO subiscono molto spesso situazioni umilianti e traumatiche. Inoltre viene spesso eseguito su di loro ogni tipo di test medico, in genere in grandi stanze su freddi tavoli operatori. Un’altra caratteristica molto interessante ed inquietante riscontrabile nei racconti dei rapiti è il fatto che gli alieni agiscono come se fossero comandati da una sola mente tanto che alcuni autori hanno avanzato l’ipotesi che essi abbiano una coscienza collettiva riscontrabile ad esempio nelle formiche di un formicaio.

In genere i rapiti raccontano di aver provato un forte senso di paura durante la loro esperienza sebbene accada talvolta che gli alieni dicano alle loro vittime che ciò che gli sta accadendo non è finalizzato a causare danni ai rapiti o al genere umano ma al contrario le abductions avvengono per il bene del nostro pianeta e dei suoi abitanti. Come strana giustificazione del loro comportamento talvolta gli alieni mostrano ai rapiti immagini relative a distruzioni e a sofferenze umane al fine di ricordare ai rapiti che essi devono lavorare duramente per prevenire eventi apocalittici. Inoltre molto spesso ci sono forti connotazioni sessuali nel comportamento degli alieni: essi prelevano spesso ovuli dalle donne e sperma dagli uomini ed hanno non raramente rapporti sessuali con le loro vittime (c’è da mettere in evidenza che circa l’80% delle vittime dei rapimenti sono donne) a volte accade pure che gli alieni trapiantino o rimuovano feti ibridi dal grembo delle donne. Alla fine del rapimento gli individui vengono riportati nei loro letti o dovunque si trovassero al momento del rapimento ma talvolta sono abbandonati a se stessi in un luogo diverso. Nella maggior parte dei casi le vittime dei rapimenti mantengono solo un debole ricordo oppure non ricordano assolutamente niente della loro traumatica esperienza cosicché essi riescono a ricordare la loro esperienza quasi esclusivamente grazie al massiccio ricorso all’ipnosi. In sintesi possiamo dire che lo scenario relativo ai rapimenti deriva quasi esclusivamente dalla regressione ipnotica alla quale vengono sottoposti i rapiti.

Dopo aver sintetizzato le caratteristiche di base riscontrabili nei racconti dei rapiti riteniamo opportuno mettere in evidenza che nelle esperienze delle vittime dei rapimenti sono riscontrabili una serie di importanti caratteristiche che non possono non interessare gli storici delle religioni in quanto tali caratteristiche fanno parte della dimensione religiosa.

In primo luogo l’incontro con gli alieni sconosciuti nettamente più potenti degli esseri umani è simile all’idea dell’incontro con l’“Altro” che è basilare in tutti i sistemi religiosi. Nell’universo religioso l’“Altro” può essere sia un dio o un semidio oppure un essere che in generale trascende la dimensione umana.

In secondo luogo veder luci, avere la visione di strani segni, compiere viaggi fuori dal corpo, misteriose esperienze di guarigioni, immagini di distruzione globale, forte senso di amore o di paura sono tutti elementi comuni nelle esperienze di rapimento ma ognuno di questi elementi può essere facilmente ritrovato nei sistemi religiosi tradizionali.

In terzo luogo i messaggi che alcuni rapiti affermano di aver ricevuto dagli alieni fanno venire alla mente i messaggi che molte persone che affermano di aver avuto incontro con esseri soprannaturali sostengono di aver avuto nel corso del loro incontro con l’“Altro”.

In quarto luogo molti rapiti sviluppano la convinzione di essere degli eletti in quanto sono convinti che gli alieni hanno affidato loro un’importantissima missione. Allo stesso modo in molte tradizioni religiose esistono persone che sono convinte di avere ricevuto da entità soprannaturali importanti missioni da svolgere nell’interesse del genere umano.

In quinto luogo vi sono molte prove che vari elementi dei moderni racconti di rapimento sono versioni modernizzate di racconti che fanno parte del folklore europeo. Ad esempio esistono molte similitudini tra i racconti forniti dalle persone che in passato sostenevano di essere state rapite dal “piccolo popolo” o dalle fate e i racconti forniti dalle vittime dei rapimenti alieni. Per fare un esempio concreto la perdita del senso del tempo spesso presente nelle abductions è un fenomeno ben noto al folklore europeo dal momento che le persone che affermavano di essere state rapite dalle fate erano vittime a loro volta della perdita del senso del tempo.

Dobbiamo anche mettere in evidenza che nel Medioevo molte persone appartenenti alla religione cristiana raccontavano di essere cadute sotto il potere degli incubi e dei succubi, terrificanti demoni che visitavano le persone nella loro stanza da letto allo scopo di avere rapporti sessuali con tali persone (gli incubi avevano rapporti sessuali con le donne e i succubi con gli uomini). Come abbiamo detto in precedenza accade non raramente nelle abductions che i rapitori alieni abbiano rapporti sessuali con i rapiti. Non dobbiamo poi dimenticare che in alcuni miti della religione pagana tradizionale greca e romana si affermava che gli dei e le dee avevano rapporti con gli esseri umani e da tali rapporti sessuali nascevano gli eroi, esseri semidivini.

Inoltre dobbiamo anche tenere presente che in alcuni casi i rapiti hanno acquistato poteri paranormali o hanno acquisito un forte interesse per la religione o comunque per tematiche di carattere mistico. Non bisogna poi dimenticare che un certo numero di rapiti ha subito un forte cambiamento della personalità cosa che accade spesso agli individui che affermano di avere avuto un incontro con entità soprannaturali. Riteniamo opportuno dire qualcos’altro intorno ai cambiamenti della personalità e della visione del mondo che si verificano non raramente nei rapiti. Essi sembrano spesso simili alle persone che hanno ricevuto un rito di iniziazione (tali riti erano frequenti nelle religioni misteriche e sono ancora oggi frequenti nel mondo dell’esoterismo). Infatti gli individui che hanno subito qualsiasi rito di iniziazione finiscono per modificare notevolmente sia la propria personalità sia la propria visione del mondo. Anche un certo numero di rapiti ritiene di far parte di una minoranza eletta alla quale sono state rivelate delle verità non alla portata dei comuni esseri umani e proprio tale consapevolezza determina nei rapiti spesso un cambiamento della personalità e del modo di percepire la realtà. Vogliamo mettere in evidenza che anche gli iniziati di qualsiasi gruppo religioso o esoterico venivano a conoscenza di verità e di segreti assolutamente sconosciuti agli individui comuni non iniziati. Per tali ragioni possiamo dire che esiste una certa similitudine tra il rapimento alieno e il fenomeno religioso della iniziazione.

Per dirla in altro modo sembra quasi che un certo numero di rapiti si considerino degli individui iniziati dagli alieni e pertanto contrapposti alla maggioranza delle altre persone che è esclusa dal contatto diretto con gli alieni.

In conclusione dobbiamo anche dire che spesso i rapiti formano delle associazioni allo scopo di aiutarsi a vicenda. Per fare un esempio concreto un famosissimo rapito, Budd Hopkins fondò la Intruder Foundation, un istituto di ricerca e di consulenza con l’aiuto del quale le persone che avevano subito l’esperienza del rapimento alieno potevano incontrarsi, scambiare il proprio punto di vista e condividere i propri sentimenti e le proprie emozioni. Secondo i resoconti di queste riunioni le persone che partecipavano ad esse le utilizzavano per mettere alla prova le proprie convinzioni e per mostrare i vari segni fisici che supportavano le loro affermazioni riguardanti il rapimento. Appare evidente che anche nell’universo religioso gli individui che appartengono ad una data religione si riuniscono spesso tra di loro non solo per celebrare determinati riti religiosi ma anche per supportarsi a vicenda dal punto di vista psicologico.

Noi siamo convinti che non solo gli ufologi ma anche i sociologi e gli storici delle religioni devono studiare con attenzione le affermazioni dei soggetti che sono stati rapiti dagli alieni allo scopo di cercare di comprendere quali entità si nascondono dietro questo inquietante e sinistro fenomeno e quali sono i veri scopi che essi perseguono. A nostro avviso queste similitudini riscontrabili tra l’universo religioso e l’universo dei rapimenti alieni non sono casuali e proprio lo studio di tali similitudini potrebbe fornirci importanti elementi per tentare di comprendere meglio questo importante elemento della fenomenologia ufologica.

Repost 0
Published by lalchimista - in astronomia ufologia
scrivi un commento
3 novembre 2015 2 03 /11 /novembre /2015 21:04
E' possibile oggi rendere la donna di una nuova fertilità oramai persa.

E' possibile oggi rendere la donna di una nuova fertilità oramai persa.

Congelare una cellula uovo è un processo molto più lungo e difficile rispetto al congelamento degli spermatozoi, ma il costante miglioramento delle tecniche ha permesso di fare notevoli passi in avanti, al punto che la tecnica è ormai ampiamente utilizzata.
La nuova frontiera si è spostata ora verso la conservazione ed il reimpianto del tessuto ovarico. Una possibilità, questa, che consiste nel ripristinare completamente la funzione riproduttiva nelle donne che devono affrontare chemioterapia e radioterapia.

Migliaia di volte più grandi degli spermatozoi, gli ovuli sono cellule particolarmente difficili da conservare utilizzando le tecniche di congelamento. Uno degli ostacoli maggiori è dato dalla grande quantità di acqua presente al loro interno: raffreddandosi può dare origine alla formazione di cristalli che possono provocare danni all'intera struttura cellulare.

Le tecniche di crioconservazione tramite congelamento lento oppure attraverso il congelamento rapido, ossia la vitrificazione, ''hanno raggiunto in questi anni notevoli miglioramenti'', spiegato Riccardo Talevi, del dipartimento di Biologia strutturale e funzionale dell'Università di Napoli Federico II. La misura del successo è nel numero di bambini nati da ovociti conservati con il freddo: più di 3.000 soltanto nel 2009.

‘’Non sempre però – prosegue l’esperto - sia hanno la possibilità ed il tempo di indurre nella paziente la produzione di ovociti da prelevare e conservare. Per questo negli ultimi anni si sono messe a punto tecniche di prelievo e conservazione dei tessuti ovarici dove sono presenti follicoli oppure di singoli follicoli''.

La crioconservazione del tessuto ovarico ha già prodotto i primi risultati, registrando la nascita di 17 bambini in tutto il mondo. L'obiettivo è riuscire a conservare parte del tessuto delle ovaie: per le donne che devono affrontare cure antitumorali questo significherebbe poter ricevere il proprio tessuto, sano e funzionale, al termine della terapia, ritrovando la fertilità.

Repost 0

Présentation

  • : Blog di lalchimista
  • Blog di lalchimista
  • : Sono poeta,scrittore e saggista,esperto in tappetologia,quindi questo spazio sarà dedicato a queste mie passioni,chi ama la paesia o i tappeti orientali troverà tanti consigli utili e la consulenza gratuita per i vostri tappeti perchè sono convinto che chi è in possesso di conoscenze tecnico-scientifiche le deve mettere a disposizione di tutti,altrimenti è come se non fossi mai vissuto una volta morto. Sono reperibile su flyngcarpet@hotmail.it
  • Contatti

Recherche

Liens