Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
18 marzo 2016 5 18 /03 /marzo /2016 10:06

chauki

Repost 0
Published by lalchimista
scrivi un commento
16 marzo 2016 3 16 /03 /marzo /2016 10:58
una inesauribile miniera di benefici "dell'erba da re"

una inesauribile miniera di benefici "dell'erba da re"

Le virtù segrete del basilico.

Tradizionale alleato del pomodoro nella caprese e nei sughi estivi, il basilico "fa" subito profumo di cucina, ci rimanda a un'alimentazione di tipo mediterraneo, parla italiano ed è in genere legato a doppio filo alla pizza... Ma in realtà il basilico ha anche una valenza erboristica: in particolare, utilizzandolo fresco, si trasforma in un rimedio naturale assai efficace per tanti disturbi, in particolare dell'apparato digerente. Il suo nome deriva dal greco basileus che significa "erba da re", perché era considerata tra le più importanti.

Anche gli antichi conoscevano e apprezzavano il basilico

Originario dell'Oriente, presso i Romani il basilico era ritenuto magico e sacro a Venere. Come molte altre erbe, andava raccolto seguendo precisi rituali: chi lo tagliava doveva indossare abiti candidi e purificare la mano destra con un ramo di quercia bagnato d'acqua di tre fonti diverse. Alcuni autori aggiungono che ilbasilico non doveva essere reciso con strumenti di ferro perché il metallo avrebbe annullato ogni sua qualità. Plinio inoltre era convinto che i semi del basilicofossero potenti afrodisiaci, proprietà attribuitagli anche dai contadini contemporanei che lo somministravano ad asini e cavalli nel periodo della monta. L'uso di questo aroma in cucina si affermò particolarmente nel Rinascimento, quando anche Cosimo I de' Medici lo inserì fra le fragranze del "Giardino dei Semplici" (1545).

Il basilico tonifica lo stomaco e mantiene giovani

L' olio essenziale contenuto nelle foglie del basilico lo rende un efficace digestivo, capace di calmare gli spasmi intestinali, contrastare l'aerofagia (anche di origine nervosa), agendo come sedativo dello stomaco e del tenue. Il basilico fresco (la sua azione è molto veloce poiché viene assorbito rapidamente dalle mucose gastriche) è un rimedio ottimo contro le coliche e per calmare la nausea, sia quando si è ecceduto nel mangiare e nel bere, oppure quando l'ansia e lo stress prendono il sopravvento.

Contro le digestioni difficili, dunque, ponete 20 g di foglie fresche di basilico a riposare per 5 minuti in un litro d'acqua bollente. Bevetene 2-3 tazzine al giorno dopo i pasti.

Inoltre nell'antichità questa pianta veniva utilizzata per ringiovanire, per mantenere un ottimale funzionamento cerebrale, per restare in forma fisicamente e per conservare la bellezza. A conferma di tutto ciò, recenti ricerche hanno messo in luce come il basilicoabbia il potere di combattere i radicali liberi e, quindi, ritardare l'invecchiamento delle cellule del nostro organismo, proteggendo in particolare fegato, cuore e cervello.

A tal fine usate la ricetta seguente: mettete a riposare un cucchiaino di foglie di basilico in 250 ml d'acqua per 10 minuti filtrato e consumatene una tazza subito dopo il pasto principale.

Repost 0
9 marzo 2016 3 09 /03 /marzo /2016 18:06
Secondo la Corte Europea il tempo occorrente per coprire la distanza dal lavoro va rtetribuito.

Secondo la Corte Europea il tempo occorrente per coprire la distanza dal lavoro va rtetribuito.

Inserite il seguente link nel browser:

http://www.sostenitori.info/una-sentenza-storica-il-tragitto-per-arrivare-in-ufficio-rientra-nell'orario-di-lavoro-e-quindi-va-retribuito-ma-solo-ad-una-condizione-3/194952

Repost 0
Published by lalchimista - in Lavoro e Carriera rimbor
scrivi un commento
4 marzo 2016 5 04 /03 /marzo /2016 09:34
I doni migliori della natura.

I doni migliori della natura.


Cipolla

La primavera è la stagione più indicata per liberare il corpo dalle tossine accumulate in inverno, il momento migliore per de-tossificare l’organismo. La cipolla, soprattutto se consumata cruda, ha potere disinfettante e riequilibrante, favorendo l’eliminazione delle scorie accumulate nel periodo invernale. Ottima per liberarsi dai virus e batteri latenti all’interno del corpo con cui siamo entrati in contatto nel periodo più freddo dell’anno, le sostanze in essa presenti favoriscono una pulizia profonda. Possiede anche potere lenitivo e sfiammante sulle mucose gastriche.


Orzo

L’orzo è un cereale ideale da consumare nella stagione primaverile: ha un effetto rinfrescante, tonificante e sfiammante sulla loggia Legno, che in Medicina Tradizionale Cinese è riconosciuta come la loggia dominante nella stagione primaverile. È un tonico del sistema epatico e favorisce un ricambio di tossine all’interno dell’organismo. Molto benefico è anche il succo di orzo, un concentrato ricco di proprietà depurative da assumere ogni giorno per almeno due mesi da aprile a giugno.


Aloe

La pianta dell’aloe è utilizzabile in diverse maniere, ma si preferisce solitamente l’utilizzo del succo puro concentrato. È un potente antiossidante che contrasta l’invecchiamento cellulare, depurando l’organismo. Ha un forte potere basico, ideale per ripristinare l’equilibrio acido-base all’interno del corpo. A livello gastro-intestinale funge da protezione per la mucosa gastrica, limitando l’acidità, e da depurativo per l’intestino infiammato, favorendo l’eliminazione di tossine.


Tè Verde

Viene consumato prevalentemente in foglie da preparare in infuso o sotto forma di integratori, il tè verde ha una buona azione antiossidante che si esplica attraverso l’eliminazione dei liquidi. Ha effetto stimolante sulla diuresi facilitando l’eliminazione di grassi e zuccheri presenti nel sangue. Se assunto regolarmente, soprattutto nella prima parte della giornata, agisce come depurativo del sistema linfatico, aiutando a sgonfiare le zone con maggiore ritenzione idrica.


Noni

È un frutto con caratteristico sapore acido, l’ideale per la stagione primaverile che predilige l’utilizzo di alimenti con tali caratteristiche. Grazie all’enzima xeronina, il succo di Noni ha un’azione riparatrice sulle cellule danneggiate dell’organismo, sanando gli effetti negativi prodotti da cattiva alimentazione e stress psico-fisico. La sua azione antinfiammatoria lo rende un prodotto ideale per la stagione primaverile, poiché agisce come stimolante sugli organi deputati all’eliminazione delle tossine in eccesso.


Carciofo

Può essere consumato come ortaggio o assunto come rimedio fitoterapico (tintura madre). Quest’ultimo ha una concentrazione maggiore di principio attivo che lo rende un eccellente depuratore dell’organismo, con un'azione particolare a livello del fegato. Sostiene quindi il sistema epatico nel lavoro quotidiano di eliminazione delle tossine accumulate da stress, cattiva alimentazione e vita sedentaria. Ideale per un trattamento depurativo in primavera, la stagione del ricambio organico.


Limone

Il limone è un agrume che noi percepiamo acido al gusto ma che trasforma la sua natura all’interno dell’organismo: una volta ingerito, infatti, crea un ambiente basico per i tessuti del nostro corpo, rigenerando le mucose interne. Svolge un’azione sfiammante e favorisce l’eliminazione delle scorie accumulate, soprattutto a carico dell’intestino, favorendo anche il transito intestinale. L’ideale è assumere il succo di limone in acqua tiepida, soprattutto la mattina a digiuno.


Spinaci

Anche quest’ultimo ortaggio agisce a livello epatico e intestinale, e sostiene l’organo fegato nel maggior lavoro in cui viene coinvolto nella stagione primaverile, proprio per detossificare l’organismo. Ideale l’estratto di spinaci da bere al mattino o a metà giornata, aggiungendo un cucchiaino di semi di Chia. Da assumere quotidianamente per un almeno un mese, si tratta di un abbinamento vincente che assicura una pulizia efficace dell’organismo e particolarmente indicato in Primavera.

ECCO I PRODOTTI CONSIGLIATI PER IL TUO DETOX:

1) Tonico Gallexier

È un preparato completo a base di estratti di carciofo, tarassaco e curcuma che favoriscono la funzionalità digestiva e depurativa dell’organismo. Ha un ottimo tropismo sul sistema epatico e intestinale: i rimedi al suo interno garantiscono una pulizia efficace dalle scorie metaboliche in eccesso accumulate durante il periodo invernale. È privo di conservanti, coloranti, lattosio e glutine.

2) Succo di Aloe Vera Prima Qualità

Ottenuto dalla spremitura delle foglie fresche di Aloe, è un prodotto che garantisce l’integrità delle proprietà depurative tipiche dell’aloe. Da utilizzare puro o diluito, 1 o 2 volte al giorno a stomaco vuoto è ottimo come sfiammante e depurativo generale dell’organismo. Ha anche azione antiossidante e antimicotica, utile dopo il periodo invernale.

Repost 0
Published by lalchimista - in Salute e cura del corpo
scrivi un commento
22 febbraio 2016 1 22 /02 /febbraio /2016 11:36

Vette imbiancate

che si stagliano in un mare blù

l'usignolo gorgheggia e sgambetta

ancora implume,

un camino che fuma

una nuvola bianca si eleva,

lenta, ieratica, eretta

di un bio conclave

il prato verde brilla di rugiada

mentre un merlo ardito

raspa arruffato la zolla appena arata

e qualcosa si muove,

il dono della terra, un invito

che col becco estrae piano

con cautela, è il suo pasto quotidiano

un vermetto roseo gli attorciglia

il becco quasi avesse capito che

il suo percorso di vita fosse

ormai finito!

Una rondine tardiva e solitaria

torna al suo nido ormai

vuoto nel cascinale avito

pensa con nostalgia la nidiata

aviaria che petulante e assillante

pigolava ma ormai volata

in attesa del pasto di semi o insetti

che imbeccava impastati con la bava.

Ma il generale inverno è ormai alle porte

restar ancora per lei è rischiar la sorte

Decolla lanciando l'ultimo strido

diretta a est al suo prossimo lido.

Cav. Giuseppe Esposito lalchimista

Repost 0
Published by lalchimista - in poesie
scrivi un commento
7 febbraio 2016 7 07 /02 /febbraio /2016 13:00
Sembra che non vi sia alcuna possibilità di amicizia tra uomo e donna senza altri scopi!

Sembra che non vi sia alcuna possibilità di amicizia tra uomo e donna senza altri scopi!

Se ancora state discutendo sulla possibile esistenza dell’amicizia uomo-donna, rassegnatevi: la scienza dice no. Colpa sua (di lui), che sempre in mente quello!

Già Oscar Wilde nel 1800 scriveva: Fra uomo e donna non può esserci amicizia. Vi può essere passione, ostilità, adorazione, amore, ma non amicizia.

E Jorge Luis Borges nel 1900: L’amicizia fra un uomo e una donna é sempre un poco erotica, anche se inconsciamente.

Eppure da sempre il tema continua a essere al centro di discussioni, e vede contrapposte due fazioni ugualmente convinte: quella del può esistere eccome (“Io ne sono l’esempio: ho dei veri amici”) e quella dell’assolutamente no (“I tuoi amici, in realtà, vorrebbero una sola cosa da te”).

Oggi, uno studio della Norwegian University of Science and Technologyavrebbe messo un punto alla questione: “Non può esistere“. Perché gli uomini hanno sempre in mente il sesso. E finiscono per fraintendere gli atteggiamenti amichevoli delle donne per approcci sessuali. Di contro le donne fraintendono i segnali d’interesse sessuale dei maschi come semplice amicizia.

È tutta una questione di malintesi, insomma. Che porterebbe le donne a pensare di poter essere amici, mentre sotto sotto gli uomini vorrebbero sempre qualcosa di più.

Tutto era già stato raccontato nel divertentissimo film Harry ti presento Sally: quando si incontrano per la prima volta, Harry sostiene la personale teoria che l’amicizia tra uomo e donna non possa esistere, poiché l’uomo desidera sempre e comunque andare a letto con la donna, suscitando la contrarietà di Sally, che rimane addirittura scandalizzata quando lui le rivela di trovarla attraente. Niente di nuovo sotto il sole.

Alla base della tendenza maschile a fraintendere e sopravvalutare i segnali sessuali femminili , secondo lo studio, ci sarebbe un discorso evolutivo: quando si tratta di selezione naturale la capacità dell’uomo di riprodursi è di primaria importanza, quindi non può lasciarsi sfuggire nessuna occasione.

A sostegno di questa tesi, uno studio del 2012 di Adrian F. Ward, delDepartment of Psychology di Harvard, ha scoperto che per gli uomini è più facile essere attratti dalle proprie amiche di quanto non sia per loro.

Al contrario, le donne normalmente non sono attratte dai propri amici maschi e presumono che questa mancanza d’attrazione sia reciproca.

Dice Mons Bendixen, capo della ricerca.

Una donna che ride alle tue battute, ti sta vicina o tocca il tuo braccio a una festa non è necessariamente sessualmente interessata, anche se pensi sia così

E proprio questo fraintendimento alla base non può che minare l’eventuale amicizia uomo-donna. (Ecco perché spesso le donne confessano di avere amici gay: con loro il fraintendimento è eliminato all’origine).

Eppure, le nuove generazioni, intervistate dicono di credere molto (e i fatti sembrano dimostrarlo) nell’amicizia uomo-donna. Andando contro questa tesi scientifica.

Alzi la mano chi, fra noi, non ha o ha avuto nella propria vita un buon amico/a. Magari anche un ex, con il quale la passione sessuale era scemata ma rimasto l’affetto e la stima reciproca. È raro, ma può succedere, soprattutto se ci sono di mezzo affetti e interessi in comune.

Negli anni, il cinema si è sbizzarrito sul tema dell’amicizia uomo donna. Vediamo alcuni film più belli sul tema, e la tesi che portavano avanti.
1. Harry ti presento Sally: Due amici passano attraverso anni, relazioni diverse e discorsi filosofici sul sesso per capire di essere innamorati. (Non può esistere).
2. Il matrimonio del mio migliore amico: Quando Michael comunica a Julianne che sta per sposarsi, lei realizza di averlo sempre amato e fa di tutto per mandare a monte le nozze.Non ci riuscirà e dovrà accontentarsi di restargli amica. (Può esistere)
3. Un amore di testimone: Tom è uno scapolo incallito che disdegna qualsiasi relazione stabile. All’improvviso, però, si scopre innamorato della sua migliore amica in procinto di sposarsi. Nominato testimone di nozze farà di tutto per dichiararsi a lei prima che sia troppo tardi (Non può esistere)
4. Il grande freddo: Un gruppo di ex compagni di college si ritrova, dopo 15 anni, in occasione del suicidio di uno di loro. Vecchie amicizie diventeranno nuovi amori e in nome dell’amicizia storica si sacrificheranno amori (può esistere e non può esistere..)
4. Una donna per amica: Alla base del film, la tesi che “l’amicizia fra i sessi è cosa rara e complessa, un soufflè pronto a sgonfiarsi appena fuori dal forno”. (Non può esistere)
5. Maledetto il giorno che t’ho incontrato: Verdone è un critico rock, Margherita Buy un’aspirante attrice. Si incontrano dallo psicanalista e nasce tra i due un’amicizia solidale. Il loro rapporto nevrotico alla fine si trasforma in amore (Non può esistere)
6. Dieci inverni: Sono gli anni che impiegano i due protagonisti, prima amici, poi amanti, poi nemici, poi di nuovo amanti, per capire che non possono fare a meno l’uno dell’altra. (Non può esistere)

Repost 0
5 febbraio 2016 5 05 /02 /febbraio /2016 18:01
Automassaggiandoci le mani  avremo benefici inaspettati!

Automassaggiandoci le mani avremo benefici inaspettati!

Attraverso la mano si possono scoprire vere e proprie patologie in corso. Con la riflessologia plantare della mano, si può fare una mappatura adeguata della mano e curare tanti mali. vediamo quali

Le mani sono uno dei punti cardine dell’essere umano. E’ uno strumento per noi, perché con le mani facciamo di tutto, e addirittura gli esperti sanno addirittura se nell’organismo ci sono patologie in corso attraverso queste. Sinceramente siamo anche ingiuste con loro , perché le sovraccarichiamo e le bistrattiamo, tanto da rovinarle anche in maniera pesante.

Eppure non solo gli esperti possono leggere la mano e capire i vari disturbi: esistono dei punti che corrispondono ai vari organi e alle parti del corpo. Un po’ come la riflessologia plantare per i piedi, anche la mano ha i suoi punti da stimolare per trarre dei benefici sorprendenti. E’ indicato per chi ha un fastidio lieve ma non vuole recarsi dal medico per così poco, ma il consiglio è sempre quello diconsultare un esperto prima di affidarsi totalmente a uan disciplina olistica ed efficace, certo, ma a patto che sia un fastidio di poco conto. Spesso un dolore localizzato in una certa parte del corpo può nascondere altre patologie più gravi, pure non nella stessa zona.La punta del pollice è la zona che corrisponderebbe alla testa. Gli esperti diriflessologia plantare dicono che chi massaggia questa parte durante un mal di testa, insistendo sula parte destra o sinistra a seconda della natura del male, potrebbe attenuare il dolore. Tra l’unghia e la prima nocca delle dita quali pollice, indice, medio e d anulare corrisponde ai setti nasali. Chi soffre di raffreddore e ha quindi il naso chiuso, dovrebbe insistere su queste zone per stapparlo e avere un po’ di sollievo. I lati dell’anulare, proprio tra il mignolo e il medio (lo spazio tra le dita, per intenderci), è lo spazio per le orecchie, mentre i lati dell’indice corrisponderebbero agli occhi. Anche i mignoli hanno la loro funzione, ossia la corrispondenza delle spalle e quindi indicata per chi soffre di stress o dolori causati da esso.Dalla parte del palmo, proprio alla base dell’indice, si trova la zona dei polmoni, mentre alla base del medio, il cuore. Lo stomaco si troverebbe alla base dell’anulare, mentre alla base del mignolo sarebbe il pancreas. Per ultimo, alla base del pollice e percorrendo il polso, è la zona dell’intestino, della milza e dei reni, mentre l’area sopra i polsi, corrisponderebbe agli organi riproduttivi.Come leggere la mano, quindi? Gonfiori o evidenti modifiche di morfologia devono mettere in allarme, e comunque, se non si è in grado e se si tratta di parti importanti, non limitarsi al massaggio ma fissare un appuntamento dal medico.

Repost 0
5 febbraio 2016 5 05 /02 /febbraio /2016 09:20
Hanno finalmente vinto la Class Action contro l'inerzia del Governo!

Hanno finalmente vinto la Class Action contro l'inerzia del Governo!

Aggiornamento 2 febbraio 2016


CLASS ACTION ISPETTORI
PUBBLICATA LA SENTENZA

Siamo felicissimi di comunicarvi che il ricorso per la costituzione del Ruolo Direttivo Speciale della Polizia di Stato, presentato e discusso dall'Avv. Pietro Celli dinanzi al T.A.R. del Lazio (c.d. Class Action Co.T.I.Pol.) E' STATO ACCOLTO con una magnifica sentenza depositata in data odierna (Sezione Prima Ter, sentenza n. 1439/2016).
Il T.A.R. del Lazio ha condiviso appieno, facendole proprie, le argomentazioni prospettate dal nostro Avvocato.
In favore dei quasi 1600 partecipanti al giudizio (tra ricorrenti principali e interventori ad adiuvandum), il T.A.R. ha statuito che:
“il fatto che le attività amministrative dirette al riordino dei ruoli attengano a profili organizzatori e gestori dell'apparato amministrativo e, quindi, presentino caratteri di discrezionalità, non osta - secondo la vigente normativa dettata in materia - al sindacato giurisdizionale in tema di ritardo o inerzia dell'Amministrazione”;
“l’esigenza dei ricorrenti di vedere soddisfatta l’aspettativa legislativamente prevista alla copertura della dotazione organica del ruolo direttivo speciale della Polizia di Stato, assume particolare rilievo in considerazione della previsione del riordino delle carriere;
“l'inerzia dell'amministrazione nel dare attuazione alle disposizioni di legge sul ruolo direttivo speciale non appare giustificata neanche dall'articolo 1, comma 261, della 1. 266/2005, il quale sospende "fino a quando non saranno approvate le norme per il riordinamento dei ruoli del personale delle Forze di polizia ad ordinamento civile e degli ufficiali di grado corrispondente delle Forze di polizia ad ordinamento militare e delle Forze armate", l'applicazione dell'articolo 24 del decreto legislativo 5 ottobre 2000, n. 334, considerato che tale disposizione, appunto, non riguarda anche l’articolo 25 dello stesso decreto legislativo”;
“appare condivisibile la tesi secondo cui la scelta di sospendere l'applicazione dell'articolo 24 del d.lgs. 334/2000 a partire dal 1° gennaio 2006, trova la sua ragion d'essere non nell'intenzione del Legislatore di "congelare" la costituzione del ruolo direttivo speciale della Polizia di Stato, ma in quella di consentirne una più rapida costituzione”;
“poiché tra il 2001 e il 2005 il Ministero non ha indetto alcun concorso ai sensi del citato articolo 25, il Legislatore ha sospeso l'applicazione dell'articolo 24 a decorrere dal 1° gennaio del 2006: in tal modo, l'Amministrazione è stata messa nella condizione di costituire immediatamente l'intera dotazione organica del nuovo ruolo”;
“essendo rimasta inerte di fronte agli obblighi previsti dalla normativa sopra descritta, all’Amministrazione va ordinato di emanare gli atti sopra indicati, entro un termine non superiore a novanta giorni, decorrente dalla comunicazione o, se anteriore, notificazione della presente sentenza, ai sensi dell’art. 117, c., 2, c.p.a.”.
Per questi motivi, il T.A.R. del Lazio, definitivamente pronunciando sul ricorso, lo ha ACCOLTO e, per l'effetto, HA DICHIARATO SUSSISTENTE L'OBBLIGO DELL'AMMINISTRAZIONE DI PROVVEDERE ALLA COSTITUZIONE DEL RUOLO DIRETTIVO SPECIALE.
Il Presidente Gaetano Barrella e l'intero Direttivo del COTIPOL esprimono tutta la loro soddisfazione per l'importante risultato raggiunto: l'Amministrazione è stata finalmente bacchettata per la colpevole e grave inerzia durata oltre 15 anni, inerzia che è valsa ad impedire la normale progressione in carriera degli appartenenti al ruolo degli Ispettori, fortemente penalizzati rispetto agli omologhi pari grado e qualifica delle altre Forze di Polizia.
Alla luce della pronuncia del Giudice Amministrativo, ci auguriamo che l'Amministrazione si adoperi immediatamente per porre rimedio alla grave situazione che ha generato, anche in considerazione dell'ormai imminente riordino delle carriere.
Il Co.T.I.Pol., per il momento, potrebbe aver raggiunto lo scopo per cui è stato costituito, ma continuerà a battersi ove la pronuncia del T.A.R. non sarà eseguita.

IL PRESIDENTE
Gaetano Barrella

Repost 0
4 febbraio 2016 4 04 /02 /febbraio /2016 17:06
La piu semplice delle ricette a costo zero ma che nessuno lo dice, neanche la medicina ufficiale altrimenti le case farmaceutiche fallirebbero, ma la natura ha gli anticorpi per tutte le malattie ma dobbiamo spendere milioni di euro per medicine inuti e dannose!

La piu semplice delle ricette a costo zero ma che nessuno lo dice, neanche la medicina ufficiale altrimenti le case farmaceutiche fallirebbero, ma la natura ha gli anticorpi per tutte le malattie ma dobbiamo spendere milioni di euro per medicine inuti e dannose!

La sanità non diffonde la notizia perché la soluzione é troppo economica

Il bicarbonato di sodio è uno dei più potenti alcalinizzanti. Otto Heinrich Warburg, premio Nobel nel 1931 per la sua tesi
La causa principale e la prevenzione del cancro, ha dichiarato:

Le cellule tumorali vivono in un ambiente estremamente acido e privo di ossigeno. Le cellule sane vivono in un ambiente alcalino, ossigenato, consentendo il funzionamento normale, privare una cellula del 35% di ossigeno per 48 ore può probabilmente innescare un processo canceroso. Le sostanze acide respingono ossigeno, mentre le sostanze alcaline lo attraggono. Le cellule tumorali sono anaerobiche (non respirano ossigeno) e non possono sopravvivere in presenza di alti livelli di ossigeno. Invece la GLICEMIA sopravvive fino a quando l’ambiente è privo di ossigeno. I tessuti tumorali sono acidi, mentre i tessuti sani sono alcalini, quindi il cancro non sarebbe altro che un meccanismo di difesa che hanno alcune cellule del corpo per sopravvivere in un ambiente privo di ossigeno e alcalinità.

La dr. Elisabetta Izquierdo : “Io sono un medico e mi rifiuto di credere che radio e chemio terapia siano gli unici strumenti per debellare il cancro”.

Il bicarbonato di sodio, umile composto e molto a buon mercato, secondo recenti e sorprendenti ricerche farmaceutiche può curare il cancro. E non solo, allevia molto significativamente anche gli effetti secondari negativi della chemioterapia. La “soluzione” della medicina organizzata per il cancro si basa su tre procedure molto rischiose e altamente invasive la chirurgia, la chemioterapia e la radioterapia. La soluzione può essere nel kit del vostro bagno.

Dose Consigliata: 1/2 litro di acqua + succo di 3 limoni + 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio. Prendere a stomaco vuoto al mattino, può essere suddivisa in due dosi durante il giorno , ma non tra i pasti. E ‘ meglio prenderla ogni giorno, anche quando la malattia è sparita, perché tutti i tumori possono tornare, ed è importante prevenire.

Nel suo libro, “Vincere la guerra al cancro“, il suo autore – il dottor Mark Sircus – affronta la questione del bicarbonato di sodio che aiuta a salvare innumerevoli vite ogni giorno. Il bicarbonato di sodio è noto come antico metodo per accelerare il ritorno a livelli normali di bicarbonato nel corpo. E’ inoltre economico, sicuro, e forse potrebbe essere la medicina più efficace a disposizione contro il cancro.

Il Bicarbonato di sodio dà al corpo una forma naturale di chemioterapia che uccide efficacemente le cellule tumorali senza gli effetti collaterali devastanti evitando anche i costi della chemioterapia convenzionale. Dal momento che nessuno si può arricchire e fare un sacco di soldi con qualcosa di così semplice, nessuno lo promuove e quindi manca il supporto per essere studiato e sperimentato. La comunità medica ha voltato le spalle Dr. Simoncini e ad altri colleghi, perché, da onesto specialista oncologo, ha rifiutato di utilizzare i metodi convenzionali per i suoi pazienti che decidono di farsi somministrare cure a base di bicarbonato di sodio, curando con impressionante successo nel 99 per cento dei casi il cancro al seno. Il cancro della vescica può essere curato in breve tempo, completamente e senza chirurgia, chemio o radioterapia, utilizzando solo un apparato di infiltrazione locale (simile ad un catetere) per infondere bicarbonato di sodio direttamente nella zona infetta del seno o della vescica, ma può anche essere consumato per via orale.

Il bicarbonato di sodio applicato ai tumori alla fine li fa scomparire rapidamente, che molti dei trattamenti chemioterapici attualmente includono bicarbonato di sodio, con la scusa che “aiuta” a proteggere i reni, il cuore e il sistema nervoso del paziente è un dato di fatto. Ed è stato già stabilito che la somministrazione di chemioterapia senza bicarbonato può uccidere il paziente. Così , quando sentiamo parlare sui “successi” della chemioterapia è proprio il bicarbonato di sodio che agisce, non solo per fermare metastasi ma anche per ridurre al minimo gli effetti collaterali dannosi della tossicità chemioterapica. Inoltre non esistono studi per separare gli effetti del bicarbonato di sodio dagli agenti chemioterapici tossici.

Repost 0
27 gennaio 2016 3 27 /01 /gennaio /2016 10:46
Un'altra denuncia contro l'ostruzionismo del governo verso i pensionati!

Un'altra denuncia contro l'ostruzionismo del governo verso i pensionati!

Un'altra mazzata all'orizzonte per le casse dello Stato. Il tribunale di Palermo ha appena rispedito alla Consulta il decreto legge con il quale il governo aveva tentato di porre rimedio alla sentenza dello scorso aprile, la quale a sua volta censurava l’azzeramento della perequazione. Il nuovo pronunciamento non sarà naturalmente immediato, ma se andasse nella stessa linea della sentenza 70 il governo si troverebbe nella necessità di correre di nuovo ai ripari. La vicenda, come riporta il Messaggero, nasce dal ricorso di un pensionato (difeso dagli avvocati Riccardo Troiano e Alessia Ciranna dello studio Orrick) che nel 2013 aveva chiesto ai giudici di dichiarare l’illegittimtà del cosiddetto decreto salva-Italia, nella parte in cui appunto cancellava completamente la rivalutazione spettante nel biennio 2012-2013 alle pensioni superiori a tre volte il trattamento minimo Inps. Il blocco era stato ritenuto incostituzionale in quanto applicato anche a pensioni di importo non elevato e per un periodo di due anni consecutivi, in nome di una non meglio precisata (secondo i giudici) "contingente situazione finanziaria".

Se in precedenza la Consulta aveva ammesso interventi limitativi della perequazione, in via eccezionale, la norma Monti-Fornero era stata invece giudicata troppo sbilanciata a favore delle esigenze finanziarie dello Stato, rispetto a quelle del pensionato di vedere tutelato l proprio potere d’acquisto. Erano stati così violati, per la Corte, gli articoli 36 e 38 della Costituzione, nelle parti in cui richiedono rispettivamente la proporzionalità del trattamento pensionistico, inteso come retribuzione differita, e la sua adeguatezza. A quella sentenza il governo aveva risposto cercando di limitare danni e prevedendo quindi una restituzione solo parziale delle somme a suo tempo non attribuite, in misura decrescente al crescere dell’importo: 40 per cento per le pensioni tra tre e quattro volte il minimo, 20 tra quattro e cinque, 10 per cento tra cinque e sei. Al di sopra delle sei volte il minimo non era stato previsto alcun rimborso. Così il pensionato, un ex dirigente il cui trattamento nel 2011 superava di poco i 2 mila euro lordi al mese si è visto riconoscere una rivalutazione pari solo al 20 per cento di quanto teoricamente dovuto e per di più senza la possibilità di recuperare negli anni successivi quanto comunque perso a causa del nuovo meccanismo. Per il tribunale di Palermo tutto ciò non basta a rispettare le osservazioni dei giudici costituzionali ed è quindi fondata la richiesta di ridare loro la parola.

Repost 0
Published by lalchimista - in previdenza e pensioni
scrivi un commento

Présentation

  • : Blog di lalchimista
  • Blog di lalchimista
  • : Sono poeta,scrittore e saggista,esperto in tappetologia,quindi questo spazio sarà dedicato a queste mie passioni,chi ama la paesia o i tappeti orientali troverà tanti consigli utili e la consulenza gratuita per i vostri tappeti perchè sono convinto che chi è in possesso di conoscenze tecnico-scientifiche le deve mettere a disposizione di tutti,altrimenti è come se non fossi mai vissuto una volta morto. Sono reperibile su flyngcarpet@hotmail.it
  • Contatti

Recherche

Liens