Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
5 giugno 2011 7 05 /06 /giugno /2011 21:43

1249317642_1e4f12c1b4.jpgCome facciamo a sapere quanti nodi ha il nostro tappeto che abbiamo comprato o magari ci hanno regalato al nostro matrimonio? Può determinarne il pregio? Esiste un sistema per contarli?

Quando ci si trova di fronte ad un dilemma del genere, siamo disarmati per risolvere il problema e tralasciamo la soluzione perché non siamo in grado di trovarla. Invece esiste un sistema, un metodo sicuro per sapere esattamente quanti nodi ha il nostro tappeto e tale metodo è utilissimo per capire in un eventuale prossimo acquisto, quale qualità di tappeto acquisteremo, nonché il valore commerciale.

Sappiamo ormai che i tappeti orientali sono "costruiti" principalmente su due tipi di nodi: ghiordes e sennèh, il primo turco e il secondo persiano ma esiste anche il nodo fraudolento chiamato "Juftì" che invece di passare per ogni filo di catena, ne "aggancia" diverse determinando una minore qualità, per terminare prima il lavoro. Nel computo dei nodi questo sistema inficia la densità dei nodi e quindi la qualità del tappeto ed è ciò che dobbiamo scoprire.

Basta procedere nel seguente modo: munirsi di un alcuni di spilli, preferibilmente quelli con "capocchia" colorate per distinguerli, un metro qualunque, e una lente di ingrandimento.

Misurate 10 centimetri quadrati del tappeto dal retro, delimitate questa misura con gli spilli, poi con la lente contate quanti nodi vi sono in questo perimetro sia sulla trama che sulla catena, cioè orizzontali e verticali il risultato ottenuto lo si moltiplica es. 40x50 = 2000 avendo il risultato per decimetro quadrato, poi si calcola l'area del tappeto e si ha l'esatto numero di nodi.

Un tappeto di ottima qualità deve avere almeno 200.000 nodi al metro quadro.

Vale la pena di ricordare che non sempre la densità dei nodi è indice di buona qualità del tappeto.

Per esempio nel tappeto antico questo tipo di valutazione non vale perché non si teneva conto del numero di nodi, ma di altri elementi artistici siccome non c'erano i moderni telai che possono garantire una maggiore accuratezza di esecuzione.

Altro elemento importante è l'impiego di materiali pregiati, la lana in primis, la sua morbidezza è facilmente riscontrabile nel tappeto, mentre quella di capra o di cammello e meno lucente e poco duratura nel tempo.

stoff

Condividi post

Repost 0
Published by giuseppe esposito lalchimista - in Accessori e Ricambi
scrivi un commento

commenti

Présentation

  • : Blog di lalchimista
  • Blog di lalchimista
  • : Sono poeta,scrittore e saggista,esperto in tappetologia,quindi questo spazio sarà dedicato a queste mie passioni,chi ama la paesia o i tappeti orientali troverà tanti consigli utili e la consulenza gratuita per i vostri tappeti perchè sono convinto che chi è in possesso di conoscenze tecnico-scientifiche le deve mettere a disposizione di tutti,altrimenti è come se non fossi mai vissuto una volta morto. Sono reperibile su flyngcarpet@hotmail.it
  • Contatti

Recherche

Liens