Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
18 marzo 2013 1 18 /03 /marzo /2013 11:18

Qualche settimana fa in auto ascoltavo un programma radiofonico in cui si dibatteva, a metà tra serio e faceto, su una questione che per me è da sempre una priorità assoluta: la sicurezza del sesso tra ragazzi.

 In particolare, l'oggetto della trasmissione erano due delibere, delle province di Milano e Roma, riguardanti l'istallazione di dispenser di preservativi ( a prezzi CALMIERATI )  in tutti gli  istituti scolastici superiori delle città più grandi d'Italia. E' giusto allertare i ragazzi.


Delibere di fatto mai concretizzate a causa dell'opposizione di gruppi di genitori, rappresentati in radio da un papà che in modo educato e pacato, ha cercato di argomentare il perchè di tale opposizione.

Tre i motivi:

1. Il sesso inteso come massima espressione di amore e unione tra due persone, deve essere una scelta meditata, ponderata e da vivere in ambienti, tempi e modi idonei.

2. Se ci fossero distributori di condoms nelle scuole, sarebbe favorito il sesso nei bagni ( delle scuole ovviamente ). A scuola si va per studiare, non per fare sesso.

3.Non è vero che il preservativo protegge sempre dalle malattie sessualmente trasmesse ( MST ).

Mi rendo conto che l'opinione di quel papà è meritevole di rispetto, anche se per formazione professionale non posso condividerla. Capisco anche che molti altri genitori possano pensarla come lui  e che tutte le posizioni circa un argomento di tale importanza, siano meritevoli di ascolto ed abbiano pari dignità.
Tuttavia ho aperto questo blog per esporre i miei pensieri e per condividerli con altre persone che leggono da ogni parte del mondo e se a fatica posso comprendere i primi due punti, ascoltando il terzo ricordo di aver fermato l'auto e di aver telefonato in radio.

Andiamo con ordine: credo sia sotto gli occhi di tutti che non viviamo in un mondo ideale, in cui un ragazzo e una ragazza si incontrano, imparano a conoscersi, si innamorano, si sposano e poi la prima notte di nozze fanno l'amore. Giusto?
Certo esistono coppie simili ma sono di sicuro una minoranza, per non dire una rarità. Oggi i ragazzi si incontrano, si piacciono e molto spesso hanno contatti sessuali molto prima che tra loro nascano amore ed intimità.
Inoltre parliamo di giovani partner etero ed omosessuali.

Comprendo anche l'esigenza di non sdoganare la sessualità tra ragazzi minorenni come "merce pronta al consumo", quasi fosse un cibo precotto.  Un approccio alla sessualità così aggressivo ed esigente, specie tra i giovanissimi, è la causa di tanti disturbi sessuali ed affettivi dell'età adulta.

Detto ciò non è concepibile, per me, che in una radio ascoltata di svariate migliaia di persone ogni giorno, passi il messaggio che il preservativo non protegge dalle MST.
Nel 2013 penso davvero che l'opportunità di rendere i metodi contraccettivi ( soprattutto i preservativi!! ) disponibili per ragazzi e ragazze sessualmente attivi, sia un'esigenza irrinunciabile in un paese libero, democratico, laico e che ha a cuore la salute dei propri giovani cittadini.

Mi chiedo ( e chiedo alle mamme ed ai papà di figli adolescenti ) se davvero i distributori di profilattici nelle scuole, a prezzi accessibili a tutti, favorirebbero il sesso nei bagni durante la ricreazione. Immagino sia possibile.

Mi chiedo anche un'altra cosa: siamo sicuri che nelle migliaia di scuole superiori italiane non si consumino veloci incontri sessuali nei bagni durante la ricreazione, anche ora mentre sto scrivendo o voi state leggendo?  

Le mamme e i papà che non vogliono i distributori di preservativi, sono sicuri che nelle scuole frequentate dai loro figli, non ci siano già ragazzi che si appartano durante l'intervallo o magari durante le ore di lezione per rapporti sessuali o sesso orale con la compagna o il compagno di classe?!

Il sesso nelle scuole c'è eccome. Negarlo è ipocrita ed è estremamente pericoloso. E nella maggioranza dei casi si tratta di sesso NON PROTETTO.
Con questo post non voglio convinecere nessuno ad abbracciare le mie idee ma voglio gridare tutta la mia contrarietà verso l'affermazione pronunciata da quel papà, in rappresentanza di tanti altri e cioè che il preservativo NON SEMPRE PROTEGGE DALLE MST.

Di principio non è del tutto errata ma è dannosa ed inappropriata. I casi in cui il preservativo è inefficace nel proteggere da patologia  a trasmissione sessuale sono sempre legati ad un suo scorretto utilizzo od a scorrette modalità di conservazione.

Altra cosa riguarda le gravidanze indesiderate, per le quali esistono metodi contraccettivi più efficaci del condom ma non era questo l'oggetto del post, nè delle obiezioni del papà intervenuto in radio. 

LA CERTEZZA DI NON CONTRARRE ( E QUINDI DI NON TRASMETTERE ) MST, SI PUO' AVERE SOLO E SOLTANTO EVITANTO OGNI TIPO DI INTERAZIONE SESSUALE CON UN ALTRO INDIVIDUO.
QUANDO NON SI PRATICA L'ASSOLUTA ASTINENZA PERO' IL PRESERVATIVO E' E RESTA, PER OGNI PERSONA SESSUALMENTE ATTIVA, IL PRESIDIO PIU' IMPORTANTE, SICURO ED EFFICACE, NONCHE' IL PIU' SEMPLICE DA REPERIRE ED UTILIZZARE, PER PROTEGGERE LA VITA E LA SALUTE DI SE STESSI E DEGLI ALTRI, OLTRE CHE, in misura minore PER EVITARE GRAVIDANZE INDESIDERATE;

Chiunque neghi questo, in nome della morale, della religione o per qualsiasi altra ragione, rifiutando di usarlo nei rapporti occasionali o promiscui, o contrastandone la diffusione, si rende in qualche modo complice e responsabile dei costi sociali e personali che ogni giorno, ogni mese ed ogni anno, tutti noi paghiamo a causa della diffusione delle malattie  a trasmissione sessuale.  
Al di là delle gravidanze indesiderate, la diffusione della Clamidia ( asintomatica ma che può compromettere la fertilità ), del Papilloma virus ( primo responsabile dei tumori del collo dell'utero ), della Gonorrea o della Sifilide, solo per citarne alcune, può sembrare cosa banale, perchè parliamo di malattie quasi sempre curabili ma che gravano in modo considerevole sia dal punto di vista economico sia, cosa più importante, dal punto di vista psicologico su chi le contrae ed in modo più o meno consapevole le trasmette.
Quando invece parliamo di Epatite C o HIV è più semplice attirare l'attenzione di tutti. I costi sociali e sanitari in questi casi sono elevatissimi ma sono nulla paragonati a quello che vivono le persone contagiate e le loro famiglie.

Quanti sono gli adolescenti maschi che ogni giorno vediamo entrare in farmacia e spendere 10 euro per acquistare profilattici? POCHI.
E quante sono le adolescenti femmine? Praticamente NESSUNA. 
Di solito si affidano ai distributori sui marciapiedi, di solito di notte e di solito nei luoghi più isolati dove poche persone possano vederli. Non è pericoloso tutto ciò?
Allora perchè non dar loro la possibilità di trovare un dispenser di profilattici, in un luogo apposito, protetto e sicuro e magari ad un prezzo che davvero sia alla portata di tutti.
NON SOLO! Perchè non assicurarsi che i nostri figli sappiano come utilizzare i preservativi? 


Davvero tutto questo favorirebbe il sesso occasionale?

Ed anche se così fosse, difronte a sesso occasionale non protetto, non sarebbe da preferire quello protetto?

Come genitori di adolescenti, è giusto preoccuparci di più dell'eventualità che i nostri figli abbiano rapporti occasionali nel bagno della scuola o del fatto che qualora li avessero, si tratta di rapporti non protetti? O magari del fatto che i nostri ragazzi, sessualmente attivi, hanno scarse informazione sui metodi contraccettivi e sui meccanismi di contagio e diffusione delle MST?!

Se chi legge questo post è un genitore che esce di casa e va abitualmente in farmacia per acquistare profilattici al proprio figlio o figlia, allora ha tutta la mia stima ed ammirazione. Ma anche in questo caso parliamo di una minoranza di casi. 

Fa più paura un distributore di profiattici a scuola, oppure il pensiero che mio figlio o mia figlia possa contrarre una qualunque malattia venera e soffrire o ritrovarsi con la salute ed il futurocompromessi per sempre?. 

Condividi post

Repost 0
Published by lalchimista - in amore e sessualità
scrivi un commento

commenti

Présentation

  • : Blog di lalchimista
  • Blog di lalchimista
  • : Sono poeta,scrittore e saggista,esperto in tappetologia,quindi questo spazio sarà dedicato a queste mie passioni,chi ama la paesia o i tappeti orientali troverà tanti consigli utili e la consulenza gratuita per i vostri tappeti perchè sono convinto che chi è in possesso di conoscenze tecnico-scientifiche le deve mettere a disposizione di tutti,altrimenti è come se non fossi mai vissuto una volta morto. Sono reperibile su flyngcarpet@hotmail.it
  • Contatti

Recherche

Liens