Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
31 agosto 2013 6 31 /08 /agosto /2013 09:56

3716975429_cc6cfd1891.jpg

 

Lo studio riporta un approccio integrativo per esaminare la capacità della zanzara di odore in tutta la giornata di 24 ore e ha coinvolto le tecniche fisiologiche, comportamentali e di proteomica, sensoriali. I ricercatori hanno esaminato il ruolo di una grande famiglia di proteine ​​chemosensory zanzara, proteine ​​odorizzante vincolanti (OBP), nella regolazione giornaliera di sensibilità olfattive nella zanzara malarica. Si pensa che OBPs nelle antenne dell'insetto e bocca parti funzionano per concentrare molecole odorifere e assistere nella loro trasporto verso i recettori olfattivi reali, permettendo quindi il rilevamento odorizzante. Il team ha rivelato quotidiano ritmica abbondanza di proteine ​​di OBP, con concentrazioni più elevate in organi sensoriali della zanzara di notte che di giorno. Questa scoperta potrebbe cambiare il modo in cui guardiamo a proteggerci da questi parassiti portatori di malattie.

 

Il gruppo comprendeva anche Matteo M. Campione, Eck Institute for Global Health Research Assistant Professor presso il Dipartimento di Chimica e Biochimica, specializzato in proteomica.

Questo studio ha utilizzato la spettrometria di massa per quantificare l'abbondanza di proteine ​​in organi sensoriali di zanzara, e electroantennograms per determinare la risposta indotta da odoranti di accoglienza in diversi momenti della giornata. I tempi coincidenti di abbondanza di proteine ​​di picco, la sensibilità olfattiva e il comportamento mordace riflettono il controllo straordinario messo a punto di zanzara fisiologia.Abbondanza di proteine ​​olfattiva e sensibilità olfattiva sono elevate quando necessario (di notte) e basso quando non richiesta (di giorno).

 

Samuel Rund, un dottorando nel laboratorio di Duffield e un ex Istituto Eck per la Salute Globale Fellow, e Nicolle Bonar, uno studente universitario in visita dalla Queens University di Ontario, in Canada, sono stati gli autori principali di questa ricerca. Il team di Notre Dame comprendeva anche l'allora studente universitario John Ghazi, Class of 2012; laurea Cameron Houk, classe '14, e lo studente laureato Matthew Leming.

 

Rund osservato, "Questa è stata una interessante opportunità di portare molte persone e tecniche insieme per fare alcuni risultati davvero affascinanti sulla capacità della zanzara ad annusare l'uomo, il suo ospite. Basti pensare, durante il giorno la zanzara sta dormendo e non ha bisogno di sentire l'odore voi. Ma quando il sole va giù, sistema olfattivo della zanzara diventa extra-sensibile, e lei è pronta a sentire l'odore e poi mordere ".

Il progetto è stato un follow-up al loro precedente lavoro che strumenti genomici utilizzati per rivelare 24 ore schemi ritmici di espressione genica, tra cui molti geni coinvolti nella olfatto.

 

Rund e Duffield del precedente lavoro con collaboratore James Gentile dal Dipartimento di Notre Dame di Informatica e di Ingegneria, "Ampia regolazione circadiana e luce del trascrittoma della malaria zanzara Anopheles gambiae , "ha contribuito a porre alcune delle basi per i loro risultati. Il documento, pubblicato in BMC Genomics nel mese di aprile, ha ulteriormente esaminato la regolazione dei ritmi di espressione genica a livello molecolare, ha evidenziato importanti differenze nella tempistica biologica tra Anopheles gambiae e l'importante vettore di dengue, Aedes aegypti , e ha sottolineato l'importanza del ruolo della luce nel organizzare e modificare l'espressione genica.

 

Anopheles gambiae è la specie principale che è responsabile della trasmissione della malaria in Africa sub-sahariana, con circa 300 milioni di infezioni e 1 milione di morti ogni anno. Il fatto che questi studi sono stati condotti in Anopheles gambiaezanzare ha implicazioni importanti per lo sviluppo di nuovi metodi di controllo di insetti con il potenziale per ridurre la trasmissione di parassiti della malaria e quindi la morbilità e la mortalità associate con la malattia malaria. Questo lavoro fornisce la prima prova completa del ruolo importante dei ritmi quotidiani in biologia sensoriale di Anopheles gambiae e le implicazioni per lo sviluppo di nuovi metodi di controllo

Condividi post

Repost 0
Published by lalchimista - in Allergie e Intolleranze
scrivi un commento

commenti

Présentation

  • : Blog di lalchimista
  • Blog di lalchimista
  • : Sono poeta,scrittore e saggista,esperto in tappetologia,quindi questo spazio sarà dedicato a queste mie passioni,chi ama la paesia o i tappeti orientali troverà tanti consigli utili e la consulenza gratuita per i vostri tappeti perchè sono convinto che chi è in possesso di conoscenze tecnico-scientifiche le deve mettere a disposizione di tutti,altrimenti è come se non fossi mai vissuto una volta morto. Sono reperibile su flyngcarpet@hotmail.it
  • Contatti

Recherche

Liens