Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
9 agosto 2012 4 09 /08 /agosto /2012 11:28

 

sn-homo.jpg

Dopo 40 anni di ricerca, i ricercatori possono finalmente dare un volto nuovo su un misterioso antenato umano il cui cranio è stato scoperto 40 anni fa in KenyaLa scoperta sta dando gli scienziati uno sguardo migliore a una specie enigmatiche che era vivo poco dopo l'alba del nostro genere Homo circa 2 milioni di anni fa. Essa mostra anche che c'erano diverse specie di Homo sapiens 1,78 milioni a 2,03 milioni di anni fa nella Rift Valley dell'Africa, e che probabilmente hanno dovuto adattarsi in diversi modi per coesistere.

Da quando paleoantropologo Meave Leakey ha ottenuto il suo primo sguardo al cranio di uno strano, nuovo tipo di antenato dell'uomo nel 1972 a Koobi Fora, i famosi letti fossili sul lato est del continente africano, sul lago Turkana dove diverse specie di antenati umani sono stati trovati dopo il 1960, altri hanno cercato invano di più membri di questa specie. Il 2 milioni di anni cranio, aveva un grande cervello che lo ha reso un membro del nostro genere Homo . Ma la sua faccia lunga e piatta e altre caratteristiche lo distinguono dagli altri due membri dei primi Homo noti al momento, tanto che ricercatori avevano pensato come una nuova specie, Homo rudolfensis . Alcuni erano in dubbio se fosse una nuova specie, tuttavia, o semplicemente un membro insolito di Homo habilis , che ha vissuto 2,3 milioni a 1,4 milioni di anni fa in Africa orientale. "E 'stata sempre una anomalia", dice Leakey, del bacino del Turkana in Kenya Institute e Stony Brook University di New York"Abbiamo sempre saputo che potevamo trovare di più."

Quando i cacciatori di fossili di cui sono state trovate le ossa fossili ben conservati della metà del viso e denti di un minore sporgenza nella roccia nel 2008, "è stato davvero emozionante", dice Leakey. Il viso sembrava un piccolo "versione tascabile" dell'originale H. rudolfensis cranio, noto come KNM ER-1470-con un viso insolitamente piatto, in contrapposizione alla mascella superiore più sporgente trovato in H. habilis , dice il co-autore Fred Spoor del Max Planck Institut di antropologia evolutiva di Lipsia, in GermaniaLe sue dimensioni ridotte anche escluso l'opinione precedente che H. rudolfensis crani erano sempre più grandi di quelli di H. habilis o che gli esemplari più grandi erano maschi e le femmine erano più piccoli.

Con la scoperta di una mandibola inferiore completa nel 2009, la squadra ha un look ancora meglio di questa specie elusive (1470 non ha avuto una mascella inferiore). la mandibola e il nuovo volto rivelato che H.rudolfensis aveva un insolito, U palato , con canini verso la parte anteriore della mascella anziché allineati sui lati in una forma di V palato, come in H. habilis . Ciò suggerisce una differenza significativa di sviluppo tra due specie, invece di variazione all'interno di una specie, dice Spoor.

I nuovi fossili, descritti on-line oggi in Nature , sono stati tutti trovati sul Ridge Karari Koobi di Fora, nel raggio di 10 chilometri di letti fossili in cui il cranio è stato trovato il nr. 1470 e all'interno della stessa regione in cui i fossili di H. habilis e H. erectus sono stati scoperti. Alcuni ricercatori pensano ancora che il 1470 e i nuovi fossili potrebbero essere membri della stessa tara (o gruppo biologico), H. habilis , perché così pochi fossili di H.habilis sono stati trovati che "ancora non capisco H. habilis ", dice paleoantropologo Timothy White della University of California, Berkeley.

Ma altri dicono che il nuovo materiale antropologico "è la prova veramente buona che ci deve essere stato H. erectus , più due o tre altri simili ", il paleoantropologo Bernard Wood della George Washington University a Washington, DC, che non è stato coinvolto nel nuovo lavoro dice. "E se le tre specie coesistono più o meno nello stesso tempo e luogo?, come hanno fatto in concorrenza tra loro per il cibo e siti di sonno? Hanno mangiato cibi diversi, abitato in terreni diversi, e utilizzato utensili di pietra in vari modi? Ora è il momento di "pensare a ipotesi per spiegare il modo in cui avrebbero potuto condividere il loro mondo", dice William Kimbel paleoantropologo della Arizona State University, Tempe.

Condividi post

Repost 0
Published by lalchimista - in Archeologia e scoperte
scrivi un commento

commenti

Présentation

  • : Blog di lalchimista
  • Blog di lalchimista
  • : Sono poeta,scrittore e saggista,esperto in tappetologia,quindi questo spazio sarà dedicato a queste mie passioni,chi ama la paesia o i tappeti orientali troverà tanti consigli utili e la consulenza gratuita per i vostri tappeti perchè sono convinto che chi è in possesso di conoscenze tecnico-scientifiche le deve mettere a disposizione di tutti,altrimenti è come se non fossi mai vissuto una volta morto. Sono reperibile su flyngcarpet@hotmail.it
  • Contatti

Recherche

Liens