Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
5 ottobre 2012 5 05 /10 /ottobre /2012 12:08
Il grande freddo
Trovate le prove di un inverno globale avvenuto in seguito all'impatto dell'asteroide che si ritiene "uccise" i dinosauri 65 milioni di anni fa.
Le scogliere di ghiaccio che si affacciano sul Mare di Ross in Antartide. Foto: © NOAA.
Le scogliere di ghiaccio che si affacciano sul Mare di Ross in Antartide. Foto: © NOAA.
E il Sole si oscurò, i mari e le terre si raffreddarono e gli esseri viventi soffrirono per secoli a causa del gelo. No, non è l'epilogo di un film catastrofico, ma la situazione che si venne a creare sul nostro pianeta 65 milioni di anni fa. Secondo la teoria, dopo la caduta dell'asteroide che innescò l'estinzione dei dinosauri e di molti altri animali, una immensa nube di solfati impedì ai raggi solari di raggiungere la superficie terrestre. Questo provocò un raffreddamento degli oceani e delle terre emerse. Ora grazie alle ricerche di un gruppo internazionale di studiosi, si hanno le prime prove concrete di questo fenomeno. I paleontologi, tra i quali anche ricercatori italiani dell'università di Urbino, hanno trovato a El Kef, in Tunisia le tracce di microrganismi marini adattati a temperature fredde. 
Che freddo c'era, maledetta primavera. Al tempo dei dinosauri questa zona faceva parte del caldo Mare della Tetide abitato da animali tipici di regioni tropicali. Secondo gli studiosi, dopo l'oscuramento del Sole, questi vennero soppiantati da una fauna dei climi freddi, capace di sopravvivere meglio alla nuova condizione. Questo fatto è stato registrato nelle rocce. Infatti sono venuti alla luce dei fossili di foraminiferi bentonici, creature marine unicellulari, che di solito vengono trovati a latitudini più fredde. Quando cambiano le condizioni ambientali gli esseri viventi, se non periscono, si adattano e in questo caso quelli adatti a vivere in zone fredde si sono diffusi in altre aree. 
C'è poi un'altra evidenza. «La specie Cibicidoides pseudoacutus, anch'essa un foraminifero, ha la caratteristica di avvolgere la sua conchiglia a destra o a sinistra in base alla temperatura in cui vive - spiega Simone Galeotti, coautore della ricerca - Se il clima è freddo ha un senso sinistrorso, se l'ambiente è caldo la conchiglia è destrorsa. Nelle rocce di El Kef la prevalenza dell'avvolgimento è verso sinistra». Da qui la deduzione che in quella parte di mondo il clima si faceva sempre più freddo.
Fu la presenza nell'aria di particelle di solfati la causa di questo raffreddamento, pensano i paleontologi. L'aerosol è stato vaporizzato nell'atmosfera in seguito all'impatto con la Terra del corpo celeste il cui cratere si trova a Chicxulub, in Messico. Questo pulviscolo ha impedito ai raggi del Sole di raggiungere la superficie terrestre. E il risultato... un freddo terribile ovunque e migrazioni di animali -in questo caso micro-animali- per sopravvivere!

Condividi post

Repost 0
Published by lalchimista - in Archeologia e scoperte
scrivi un commento

commenti

Présentation

  • : Blog di lalchimista
  • Blog di lalchimista
  • : Sono poeta,scrittore e saggista,esperto in tappetologia,quindi questo spazio sarà dedicato a queste mie passioni,chi ama la paesia o i tappeti orientali troverà tanti consigli utili e la consulenza gratuita per i vostri tappeti perchè sono convinto che chi è in possesso di conoscenze tecnico-scientifiche le deve mettere a disposizione di tutti,altrimenti è come se non fossi mai vissuto una volta morto. Sono reperibile su flyngcarpet@hotmail.it
  • Contatti

Recherche

Liens