Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
4 febbraio 2013 1 04 /02 /febbraio /2013 19:15

2862869460_a77324d3a0.jpg

Quando lo accarezzate, il vostro gatto vi ringrazia con una sinfonia di fusa. E probabilmente anche voi fate lo stesso se, tornati a casa dal lavoro, trovate ad accogliervi un bel massaggio. La tendenza ad apprezzare carezze e contatti delicati sulla pelle o sul pelo è una caratteristica comune a molti mammiferi, ma finora non si sapeva quali fossero i neuroni deputati a captare questo stimolo.

Le cellule nervose che si "accendono" in risposta a carezze e massaggi sono state identificate per la prima volta nei topi, e non sono poi tanto diversi da certi neuroni umani: lo sostiene un gruppo di ricerca del California Institute of Technology di Pasadena (USA) in uno studio pubblicato su Nature.


Responsabili del piacere

I ricercatori hanno utilizzato una speciale spazzola per pizzicare, urtare o accarezzare gli arti inferiori di alcuni topi di laboratorio. Un particolare tipo di neuroni, identificati da marker molecolari, ha risposto in modo specifico alle carezze. Grazie a una tecnica di imaging, gli scienziati hanno osservato i neuroni rispondenti allo stimolo piacevole "accendersi" - manifestando bagliori fluorescenti - quando gli animali venivano accarezzati. La fluorescenza rappresentava in questo caso l'aumento di calcio tipico di un neurone che si attiva. Un altro gruppo di cellule nervose si è invece attivato solamente in risposta allo stimolo doloroso del pizzicotto ma non alle carezze.


Uno stimolo molto apprezzato

Esperimenti comportamentali hanno poi confermato che i topolini effettivamente apprezzavano l'essere accarezzati. Gli animali utilizzati erano infatti stati geneticamente modificati in modo che una semplice iniezione potesse attivare i neuroni sensibili agli stimoli piacevoli, e i roditori, messi di fronte a una scelta tra diversi comparti del laboratorio, hanno preferito dirigersi verso quello in cui solitamente veniva loro praticata questa iniezione.



L'attivazione di questi neuroni aiuta anche ad alleviare i sintomi dell'ansia e questo potrebbe spiegare perché molti mammiferi apprezzano attenzioni come carezze e grooming. Anche se non siamo pelosi come topi, i neuroni individuati nelle cavie somigliano a quelli presenti nella parte più superficiale della nostra pelle (solo in quella coperta di peluria e non, per esempio, sul palmo delle mani). Buono a sapersi, anche se è troppo presto per pensare a possibili risvolti terapeutici.

Condividi post

Repost 0
Published by lalchimista - in Salute e cura del corpo
scrivi un commento

commenti

Présentation

  • : Blog di lalchimista
  • Blog di lalchimista
  • : Sono poeta,scrittore e saggista,esperto in tappetologia,quindi questo spazio sarà dedicato a queste mie passioni,chi ama la paesia o i tappeti orientali troverà tanti consigli utili e la consulenza gratuita per i vostri tappeti perchè sono convinto che chi è in possesso di conoscenze tecnico-scientifiche le deve mettere a disposizione di tutti,altrimenti è come se non fossi mai vissuto una volta morto. Sono reperibile su flyngcarpet@hotmail.it
  • Contatti

Recherche

Liens