Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
6 aprile 2013 6 06 /04 /aprile /2013 12:08
Phinergy
Phinergy

Auto ad aria compressa, realtà o fantasia? Allo stato attuale l'auto ad aria compressa rimane soltanto un miraggio per i produttori. AirPod, firmata da Guy Negre, rimane il progetto più interessante; 6000 euro il prezzo di vendita. L'AirPod è una city car a 3 posti con una velocità massima di 80 km/h, si guida con un joystick ed ha un'autonomia compresa tra i 120 e i 150 km; è chiaramente spinta da un motore ad aria compressa le cui emissioni consistono in aria fredda.

 

Ad oggi però le notizie sulla produzione dell'AirPod sono frammentarie e prive di certezza, tanto che la commercializzazione, inizialmente prevista per fine '2013, sembra orami essere definitivamente slittata. Ma fortunatamente le notizie positive non mancano ed arriva un progetto che potrebbe radicalmente cambiare la tecnologia sfruttando sempre l'aria, non più però in versione "compressa".

 

Un report raccontato da John Voelker, sulla base di un test su strada fatto da Bloomberg, racconta come l'Israeliana Phinergy abbia progettato e realizzato un prototipo con 1000 km di autonomia; si tratta di una Citroen C1 convertita ad auto elettrica. Una combinazione di batterie al litio e un "range extender", montato nel bagagliaio e composto da batterie ad alluminio-aria, consentono di raggiungere i 1000 km di autonomia. I test sono positivi e si prevede, entro il 2017, la produzione su strada commissionata da un produttore globale di auto. In realtà non si tratta di una vera e propria novità visto che si conosceva già l'elevato potenziale delle batterie alluminio-aria, ma questo tipo di soluzione rappresenta una rivoluzione nel contesto della mobilità sostenibile.

 

Attualmente è difficile stabilire una tabella di marcia del progetto ma Phinergy è una realtà concreta e l'interesse suscitato attorno a questo sistema di batterie è moltissimo. Phinergy è un'azienda leader nello sviluppo di sistemi ad alta densità di energia basati su tecnologie energetiche alluminio-aria, principalmente alluminio-aria e zinco-aria. Le batterie alluminio-aria funzionano attraverso la combinazione dialluminio metallico puro con molecole d'acqua e ossigeno per ottenere ossidi idrati d'alluminio con liberazione di energia elettrica.

 

La batteria per funzionare ha bisogno di acqua e di "respirare" ossigeno dall'ambiente esterno; Phinergy ha risolto il problema dell'effetto dannoso che l'anidride carbonica, naturalmente presente nell'aria, ha sugli elettrodi attraverso un apposito sistema che impedisce l'ingresso nella batteria.

 

L'Aluminum-Air battery system è stata adottata con successo sul prototipo elettrico Citroen C1 con risultati, almeno per il momento, davvero soddisfacenti. Nel prototipo una batteria contiene 50 piastre d'alluminio, ognuna delle quali apporta un contenuto energetico sufficiente a viaggiare per circa 32 km: le 50 piastre assicurano un'autonomia totale di 1.600 km circa, mentre il livello dell'acqua va reintegrato ogni 200 km circa. Ma quindi perché questo tipo di batteria è più efficiente rispetto a quella tradizionale?

 

Una batteria tradizionale è costituita da un anodo e un catodo, dove il catodo determina fino al 70% del peso della batteria. Il catodo è utilizzato come contenitore per un reagente (ad esempio l'ossigeno), generalmente fino al 5% del suo peso, che è necessario per liberare l'energia in un anodo di metallo. In questo sistema la maggior parte del peso della batteria è scarsamente utilizzato.

batteria tradizionale
batteria tradizionale
Metal-air-battery



Read more: http://it.ibtimes.com/articles/46034/20130404/metal-air-battery-auto-ad-aria-airpod-mobilita-elettrica.htm#ixzz2PgFVKnAQ

Condividi post

Repost 0
Published by lalchimista - in auto e moto
scrivi un commento

commenti

Présentation

  • : Blog di lalchimista
  • Blog di lalchimista
  • : Sono poeta,scrittore e saggista,esperto in tappetologia,quindi questo spazio sarà dedicato a queste mie passioni,chi ama la paesia o i tappeti orientali troverà tanti consigli utili e la consulenza gratuita per i vostri tappeti perchè sono convinto che chi è in possesso di conoscenze tecnico-scientifiche le deve mettere a disposizione di tutti,altrimenti è come se non fossi mai vissuto una volta morto. Sono reperibile su flyngcarpet@hotmail.it
  • Contatti

Recherche

Liens