Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
12 agosto 2011 5 12 /08 /agosto /2011 09:24

532862758_01ed7bdd61.jpgSembra che questo termine fosse dispregiativo nei confronti di una scuola di pittura verista nata a Firenze nel 1885, termine usato da un giornalista rimasto anonimo, che aveva così definito i pittori aderenti a questo movimento antiaccademico.

Questo gruppo di pittori si riunisce presso il caffè Michelangelo di Firenze nel 1856 e forma questo movimento per rinnovare i canoni della pittura classica. Vogliono opporsi al tradizionale romanticismo e neoclassicismo nell'arte della pittura, affermando che l’immagine del vero non è altro che un contrasto di macchie di colore, da qui il termine.

Molti di questi artisti erano impegnati politicamente e provenienti dalle esperienze di guerra per l'unità d'Italia, quindi avvertivano forte la necessità di cambiamento delle esperienze artistiche europee.

Essi negavano la forma intesa sino allora, ma asserivano che il vero era riconducibile col mezzo di macchie di colori chiari e scuri. Era nata una scuola di luce-colore e i loro dipinti non sono altro che composizioni di macchie.

Da questa scuola nasce in seguito il movimento impressionistico francese.

I macchiaioli più rappresentativi sono Domenico Morelli, Silvestro Lega, Saverio Altamura, Giovanni Fattori ecc. Essi rappresentano la più alta espressione della pittura italiana dell'800, affiancati dai pittori del realismo lombardo e della scuola napoletana di Posillipo.

Il critico Adriano Cecioni diceva che tale pittura rendeva le impressioni che riceveva dal vero esprimendole con macchie di colori chiaro-scuri. Anche Diego Martelli noto critico d'arte dell'epoca parla dell'arte figurativa toscana di come stesse "internazionalizzandosi". I macchiaioli oggi sono ormai considerati gli iniziatori della pittura moderna italiana.

La scuola della "macchia" toscana per intensità e tecnica pittorica ha rappresentato una vera rivoluzione nel panorama artistico mondiale dando un’impronta a tutto ciò che segue dopo. I grandi impressionisti francesi sono anch'essi figli dei macchiaioli toscani perché la loro pittura non è altro che una derivazione della scuola toscana, anche se ha assunto una importanza ben più vasta.

La tecnica chiamata "dello specchio nero" utilizzando uno specchio annerito col fumo, essi ottenevano i contrasti che trasferivano sulla tela, creando dei capolavori ammirevoli. La corrente diede origine a quella dei postmacchiaioli

nata nel 1880 sino al 1930 circa con evidenti riferimenti alla pittura di macchia.

Il loro purismo paesaggistico della maremma toscana come quello di Giovanni Fattori è assolutamente sublime. Egli elimina totalmente la linea e il punto geometrico perché non sono, per lui, esistenti realmente usando solo vere e proprie macchie di colore.

BucolicaEdward Hopper - Milano, Palazzo Reale

Condividi post

Repost 0
Published by giuseppe esposito lalchimista - in Pittura e Scultura
scrivi un commento

commenti

Présentation

  • : Blog di lalchimista
  • Blog di lalchimista
  • : Sono poeta,scrittore e saggista,esperto in tappetologia,quindi questo spazio sarà dedicato a queste mie passioni,chi ama la paesia o i tappeti orientali troverà tanti consigli utili e la consulenza gratuita per i vostri tappeti perchè sono convinto che chi è in possesso di conoscenze tecnico-scientifiche le deve mettere a disposizione di tutti,altrimenti è come se non fossi mai vissuto una volta morto. Sono reperibile su flyngcarpet@hotmail.it
  • Contatti

Recherche

Liens