Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
30 novembre 2011 3 30 /11 /novembre /2011 18:30

5321182908_59972fdb38.jpgMolti esperti  ci hanno dimostrato che l'attenzione che potremmo prestare agli sprechi nelle nostre case risparmieremmo considerevolmente inquinando meno. Proprio sull'inquinamento un Ente prestigioso come la NASA  ha condotto una ricerca durata anni, misurando la capacità di alcune piante di assorbire gli elementi più inquinanti nelle nostre case.

 

Molti elementi relativi alla composizione dei nostri mobili, pavimenti, mura perimetrali, smacchiatori, ecc. Contengono  materie inquinanti come la formaldeide per come sono state realizzate e che noi respiriamo passivamene i loro effluvi e anche i nostri figli. Secondo questi ricercatori della Nasa, gli elementi nocivi sono dappertutto in casa, come nele vernici usate per le mura, per i mobili, gli adesivanti presenti nei compensati, negli isolanti, nelle resine, nei combustibili come il gas, fumo passivo e polveri sollevati dal riscaldamento domestico che aiuta l'espansione di questi veleni. ecc.

 

Senza poi tener conto dell'inquinamento del benzene prodotto dal  traffico per chi vive nelle nostre affollate città. Ma la ricerca finalizzata alla riduzione drastica di queste esalazioni passive è stata individuata in alcune piante da appartamento che hanno la proprietà di assorbire attraverso le loro foglie e radici  come la Gerbera Iamesoni allevata in vaso, poi la Spathiphiyllum, la Dracaena marginata, la Gerbera, ecc. Che hanno la facoltà di assorbire la formaldeide e il benzene, le scorie di  toner delle stampanti e il tricloroetilene.

 

La filtrazione avviene attraverso le foglie e le radici delle piante di origini tropicali. Esse riescono a trasformare gli inquinanti in sostanze nutrizionali per loro. Ma alcune di esse sono capaci anche di combattere alcune allergie da polline coma la l'Areca palmata , Filodendri, Ficus, ecc.  Ma tutte in grado di purificare gli ambienti dove sono presenti assorbendo tutte le molecole volatili. Un albero poi scelto per il verde urbano in molte metropoli è il Ginko Biloba, un vero purificatore cittadino.

 

Molto dipende dalla loro cura che gli dedichiamo facendo aumentare la loro capacità di assorbimento con piccoli accorgimenti come per esempio, introducendo il vaso con la pianta in uno più grande, riempiendo poi l'intercapedine

con l'argilla espansa . Poi si aggiunge dell'acqua in modo da ottenere la coltivazione idropinica, aggiungendo un po di concime naturale. Per perfezionare il biofiltro si aggiunge un piccolo ventilatore che soffi all'interno del vaso più piccolo sull'argilla iinumidita, con grande beneficio sulle radici della pianta.

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by lalchimista - in Fai da te
scrivi un commento

commenti

Présentation

  • : Blog di lalchimista
  • Blog di lalchimista
  • : Sono poeta,scrittore e saggista,esperto in tappetologia,quindi questo spazio sarà dedicato a queste mie passioni,chi ama la paesia o i tappeti orientali troverà tanti consigli utili e la consulenza gratuita per i vostri tappeti perchè sono convinto che chi è in possesso di conoscenze tecnico-scientifiche le deve mettere a disposizione di tutti,altrimenti è come se non fossi mai vissuto una volta morto. Sono reperibile su flyngcarpet@hotmail.it
  • Contatti

Recherche

Liens