Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
6 aprile 2013 6 06 /04 /aprile /2013 11:01

IMG_0004-copia-1.JPGIl gatto non fa la pipì nella cassettina, si fa le unghie sul divano oppure non ascolta quando cercate di farlo scendere dal tavolo? Forse sbagliate metodo. Qualche consiglio su come rapportarsi al gatto, quando fa qualcosa che non dovrebbe fare .


Certo è difficile addomesticare un gatto a “obbedire” pedissequamente ai nostri ordini (a meno che non si prenda un gatto-robot). Tuttavia a differenza di quello che si potrebbe pensare ci sono alcune cose che si possono insegnare al nostro gatto, soprattutto se si inizia da quando è piccolino usando un certo metodo, non certo quello delle botte o delle urla. Ma quello della comunicazione e dell’affettività come fa mamma gatta. 
Anche se a prima vista, o conoscendoli poco, i gatti possono sembrare un po’ “freddi”, chi li conosce meglio sa che sanno essere molto teneri e affettuosi e richiedono in cambio la stessa “moneta”. E parlare con loro con il tono giusto al momento giusto può essere molto utile. E' fondamentale costruire con il gatto un buon rapporto, in questo modo sarà più facile farsi ascoltare quando è necessario.

Dare la zampa è un comportamento che non compare nel repertorio delle richieste sociali dei gatti, come invece il miagolio o lo sfregamento del corpo sulle gambe dei proprietari. Ovviamente questi comportamenti sono facili da condizionare, mentre dare la zampa è molto più difficile. Ma non impossibile!

 

Forzare un comportamento naturale
Il gatto tende la zampa per prendere un oggetto davanti a lui o per colpire un proprio simile. Possiamo quindi stimolare il movimento con un oggetto attaccato ad una corda, ad esempio un topino o una piuma. Portiamo il gioco all’altezza del naso del gatto, a dieci o quindici centimetri di distanza. Il gatto tenderà a toccare l’oggetto con la zampa; in quel momento bisogna dire la parola “zampa” e ricompensarlo con un premio in cibo particolarmente appetibile.

Repetita iuvant
Ripetere la sequenza seguita dalla ricompensa per almeno 20 volte. È un gioco semplice ma molto lento. La ricompensa aumenta la probabilità di risposta, la sua intensità e frequenza. Mentre col cane bastano poche ripetizioni, il gatto è un po’ più “tenace”; non è una questione di intelligenza ma di motivazione! Il gatto obbedirà per interesse, per piacere, in previsione di ottenere una ricompensa. Non obbedirà mai per forza o per costrizione!

Attenzione a non esagerare
Usando le ricompense in cibo, bisogna ridurre la quantità di cibo durante il pasto in modo da evitare di far ingrassare l’animale. Nel momento in cui il gatto ha perfettamente acquisito il comando “zampa” e risponde in maniera sistematica alla vostra richiesta, è importante non dargli la ricompensa ogni volta, bensì in maniera intermittente, per esempio una ricompensa ogni due, tre o quattro esercizi, per fare in modo che il gatto non possa stabilire quando la riceverà esattamente, dato che a volte compare dopo ogni esercizio e a volte invece dopo aver obbedito per 4 volte consecutive al comando “zampa”.

Calma e sedute brevi
Per ottenere dei risultati è importante svolgere gli esercizi in un ambiente calmo e rilassato, senza distrazioni: non quando ci sono ospiti, bambini, temporali o altre situazioni che possono distrarre o preoccupare il gatto. È importante inoltre fare brevi sedute di addestramento: qualche minuto alla volta anche più volte al giorno.

Condividi post

Repost 0
Published by lalchimista - in Animali domestici
scrivi un commento

commenti

Présentation

  • : Blog di lalchimista
  • Blog di lalchimista
  • : Sono poeta,scrittore e saggista,esperto in tappetologia,quindi questo spazio sarà dedicato a queste mie passioni,chi ama la paesia o i tappeti orientali troverà tanti consigli utili e la consulenza gratuita per i vostri tappeti perchè sono convinto che chi è in possesso di conoscenze tecnico-scientifiche le deve mettere a disposizione di tutti,altrimenti è come se non fossi mai vissuto una volta morto. Sono reperibile su flyngcarpet@hotmail.it
  • Contatti

Recherche

Liens