Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
20 luglio 2015 1 20 /07 /luglio /2015 18:55
due funghi patogeni minacciano la banana,  il frutto più conosciuto e consumato al mondo.

due funghi patogeni minacciano la banana, il frutto più conosciuto e consumato al mondo.

La banana rappresenta il quarto frutto più diffuso, apprezzato e commercializzato al mondo. The Economist ha definito la banana addirittura il frutto più prezioso in assoluto. Che cosa succederebbe se scomparisse? Proprio dalle pagine del noto settimanale britannico (clicca qui per leggere l'articolo) viene lanciato l'allarme relativo alla grande moria della Cavendish, la varietà di banana che rappresenta il 95% del mercato mondiale. Il tanto amato frutto esotico è minacciato da due funghi patogeni,Mycosphaerella fijiensis e Fusarium oxysporum, responsabili rispettivamente della patologia Sigatoka Nera e di una variante della malattia di Panama.

Queste malattie stanno uccidendo i banani e devastando le piantagioni nelle principali aree di coltivazione del mondo. La rapida e incalzante diffusione delle patologie dipende da diversi fattori. Uno di questi è la vulnerabilità della pianta ai due funghi. La Cavendish è una varietà poliploide, quindi sterile e priva di semi. Se da un lato questo aspetto rende il frutto più apprezzato dai consumatori, dall'altro non aiuta la pianta a evolvere meccanismi di difesa. La pianta può infatti riprodursi solo per talea: una porzione del banano, per esempio un ramo, viene piantata nel terreno ed è in grado di rigenerare le parti mancati, dando vita a un nuovo individuo identico alla pianta madre. Tutte le piantagioni, non presentando alcuna variante, sono così ugualmente suscettibili alle malattie. Non solo. In questo modo, non è escluso che porzioni infette di pianta, trasportate da un Paese a un altro per dare vita a nuove piantagioni, originino coltivazioni già contaminate in partenza.

Aggravano la situazione altri due aspetti. Da un lato, i funghi si riproducono attraverso spore che, trasportate dal vento, viaggiano per grandi distanze e contaminano piantagioni in diverse aree del Pianeta. Dall'altro, le foglie di banano, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo, vengono usate come imballaggio per il trasporto delle banane stesse e sono veicolo di infezione.

Attualmente, per combattere l'epidemia vengono usati alcuni fungicidi ad ampio spettro, che tuttavia sono nocivi, molto costosi e ad alto impatto ambientale. Una strategia difensiva che presto dovrà essere cambiata perché i funghi stanno sviluppando una resistenza a queste sostanze. L'utilizzo delle biotecnologie, e quindi la creazione di piante geneticamente modificate (OGM) in grado resistere ai patogeni, sarebbe la soluzione più rapida, ma potrebbe andare incontro a problemi di tipo normativo, etico, oltre che ambientale.

Condividi post

Repost 0
Published by lalchimista - in Prodotti alimentari
scrivi un commento

commenti

Présentation

  • : Blog di lalchimista
  • Blog di lalchimista
  • : Sono poeta,scrittore e saggista,esperto in tappetologia,quindi questo spazio sarà dedicato a queste mie passioni,chi ama la paesia o i tappeti orientali troverà tanti consigli utili e la consulenza gratuita per i vostri tappeti perchè sono convinto che chi è in possesso di conoscenze tecnico-scientifiche le deve mettere a disposizione di tutti,altrimenti è come se non fossi mai vissuto una volta morto. Sono reperibile su flyngcarpet@hotmail.it
  • Contatti

Recherche

Liens