Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
16 gennaio 2015 5 16 /01 /gennaio /2015 11:50

Poiché da primavera scorsa è già la terza persona che mi dice che il frigorifero DEVE essere lasciato acceso altrimenti si sciupa e poi non funziona più, debbo chiedere consiglio a voi per avere conforto!
Ha senso asserire quanto sopra oppure TUTTI omettono che mentre è spento viene spostato per cui è possibile che venga danneggiata la serpentina che contiene il gas? Lasciarlo spento può creare un malfunzionamen
to?

Risponde Giorgio Sabatini, responsabile innovazione di Indesit Company.

Per quanto riguarda il trasloco, la caratteristica più importante di un prodotto riguarda la sua "coricabilità". In seguito a un trasloco, l'elettrodomestico deve essere riacceso solo dopo averlo lasciato almeno tre ore in posizione verticale. Questo permette a eventuali lubrificanti e al gas refrigerante di riposizionarsi correttamente. La "coricabilità" viene indicata sull'imballo.
Il frigorifero spento non si rovina. Qualora il frigo dovesse stare spento a lungo, si consiglia di procedere con un accurato lavaggio affinché non rimangano residui di cibo e, quindi, la formazione di batteri e cattivi odori.
Per la pulizia è' consigliabile usare panno bagnato (senza additivi abrasivi o aggressivi) e attendere la completa asciugatura prima di chiudere lo sportello.


All'interno di un frigorifero la temperatura varia? L'efficienza e le prestazioni sono le stesse del giorno in cui è stato acquistato? In che punto della stanza sarebbe meglio metterlo?

Prosegue Giorgio Sabatini: nel frigo c'è una differenza di temperatura tra il vano più alto e quello più basso. La parte alta ha una temperatura leggermente superiore ai 5 gradi. La parte inferiore ha una temperatura di circa 3-4 gradi ed è la parte ideale per riporre prodotti come carne, pesce, verdura o altri alimenti più delicati da conservare.
La classe di efficienza si può ritenere valida per un periodo di tempo limitato, circa dieci anni. Le proprietà dell'isolamento, per cause naturali, vanno incontro a un deterioramento nel tempo e il consumo energetico, di conseguenza, tende ad aumentare.
È consigliabile lasciare uno spazio tra il frigorifero e la parete sul retro per permettere al condensatore (lo scambiatore di calore che troviamo spesso nella parte posteriore dell'elettrodomestico) di non surriscaldarsi. É bene lasciarlo distaccato dalla parete almeno 3-4 cm ed è meglio evitare di posizionare il frigo vicino a fonti di calore (forni e piani cottura): esse introducono un carico termico che può alterare la temperatura interna del frigo. I forni a microonde fanno eccezione: essendo adeguatamente schermati, essi non producono un riscaldamento sulle pareti esterne tali da danneggiare le prestazioni interne del frigorifero.

Condividi post

Repost 0
Published by lalchimista - in scoperte
scrivi un commento

commenti

Présentation

  • : Blog di lalchimista
  • Blog di lalchimista
  • : Sono poeta,scrittore e saggista,esperto in tappetologia,quindi questo spazio sarà dedicato a queste mie passioni,chi ama la paesia o i tappeti orientali troverà tanti consigli utili e la consulenza gratuita per i vostri tappeti perchè sono convinto che chi è in possesso di conoscenze tecnico-scientifiche le deve mettere a disposizione di tutti,altrimenti è come se non fossi mai vissuto una volta morto. Sono reperibile su flyngcarpet@hotmail.it
  • Contatti

Recherche

Liens